Altri articoli...

A Torriglia SCR MotorSport festeggia Storace e il successo tra le scuderie

   Secondi assoluti primi di gruppo e primi di classe, questo il verdetto finale per l'equipaggio di punta della SCR MotorSport al rally di Torriglia, Davide Storace e Luca Celestini portano a casa questo magnifico risultato soprattutto in virtù della bellissima lotta con ingaggiata tra il presidente SCR e i suoi più diretti rivali Francesco Aragno e Elia Bossalini, rispettivamente su Clio S1600 e 207 S2000. Non da meno la prestazione di Paolo Tuo, sapientemente navigato da Andrea Casalini (Clio S1600), che concludono la gara al 4° posto assoluto e 2° di S1600; il pilota genovese, alla sua prima presa di contatto con la berlinetta francese, prende confidenza con la vettura con il progredire della gara fino ad arrivare a soli 0.6 decimi dalla 3^ piazza dopo la penultima P.S., concludendo a 6.8 dopo il feroce attacco di Mezzogori sulla seconda tornata di "Montebruno". 29° assolute e 3° di R3C l'equipaggio vincitore del femminile Cristina Tadone e Stefania Parodi che confermano di essere uno dei più veloci equipaggio femminili in attività; questa sentenza è avvalorata dalla lacunosa, in questa stagione, presenza sui campi di gara dello stesso equipaggio, un maggiore "allenamento" avrebbe sicuramente giovato alle Lady in verde-nero. Ritorno con soddisfazione per il valente pilota Maurizio Zaccaron, nell'abitacolo con Monica Raffo, che conclude la gara al 64° posto assoluto e 2° di FN3; Ottima ripresa di contatto con le competizioni dopo circa 10 anni di inattività in cui il driver levantino ha disertato il sedile di sinistra. Note dolenti per alcuni dei piloti presenti a Torriglia a partire dal duo Raccagni - Grazi (Saxo N2) ritirati sulla P.S.5, seguiti a ruota da Cosso - Cazzola (Clio FA7) ritirati per noie al motore sulla P.S.5, ancora sfortuna per Gallino - Zambelli FN3 non partiti sulla ripetizione di Ottone con noie al motore. Anche la Navigatrice Roberta Brizzolara paga dazio alla sfortuna con il ritiro sulla P.S.2  Ottone. Ancora un risultato rilevante, questa volta per tutta la squadra, nella competizione genovese, prima tra le scuderie, risultato conseguito con le prestazioni di Storace, Tuo e la Tadone. (14 set.)

Multari (Provincia Granda Rally Club) sfortunato a Torriglia

   La tredicesima edizione del Rally Città di Torriglia si è tradotta in una partecipazione sfortunata per i portacolori del Provincia Granda Rally Club Alessandro Multari e Roberta Brizzolara, su Citroen Saxo, particolarmente motivati ad ottenere un bel risultato sulle strade di casa. Buon inizio di gara per l’equipaggio genovese che sulla prima prova speciale “Ottone1” realizzava il miglior tempo di Classe A6 e 21° assoluto. La competizione però terminava già nel passaggio successivo, con la ripetizione in notturna della prova precedente, durante la quale il motore della loro vettura cedeva irrimediabilmente causandone il ritiro. Grande la delusione per Alessandro e Roberta nel non aver portato a termine la gara e, più in generale, per una stagione fin ad ora di luci ed ombre, a causa di problemi meccanici che hanno impedito di ottenere quei risultati ampiamente alla portata del velocissimo equipaggio ligure. (14 set.)

Il rally Città di Torriglia soddisfa Davide Craviotto

Finalmente una prestazione soddisfacente per Davide Craviotto che, al 15° Rally Appennino Ligure – 13° Rally Città di Torriglia, dove ha gareggiato in coppia con l’amico “naviga” Roberto Bancalari e con la Citroën Saxo della Autospeed di Vercelli, ha conquistato la trentaduesima posizione finale assoluta nonché il successo in gruppo A ed in classe A6. “E’ un risultato che mi sta più che bene – ha osservato il pilota genovese poche ore dopo la conclusione del rally – perché la mia partecipazione è stata decisa proprio all’ultimo e non avevo avuto neppure il tempo di prepararmi come si dovrebbe. In gara, inizialmente ho stentato un po’ ad adattarmi alla vettura, forse perché corro davvero poco, ma debbo ringraziare Roberto Iemmola dell’Autospeed per avermi messo a disposizione tutta la sua esperienza per adattare rapidamente il mezzo al mio stile di guida. In seguito, siamo andati un po’ in sofferenza con i freni, alzando il piede per evitare di fare dei danni; nel finale, invece, abbiamo abbassato un po’ il tempo sul passaggio in prova, senza però rischiare di compromettere la nostra buona prestazione”. Davide Craviotto archivia dunque questo impegno con soddisfazione. “Oltre che della nostra prestazione agonistica – conclude il pilota genovese – sono molto contento della vettura fornitami dall’Autospeed e dalla professionalità di questa squadra. E’ sempre una bellissima sensazione raggiungere il podio finale  e lo è ancora di più se, come nel nostro caso, sei soddisfatto di quanto hai fatto in gara. E’ un piacere che era un po’ che non provavo e, proprio per questo, voglio condividerlo chi mi è sempre vicino oltre che con i miei sponsor”. (12 set.)

La "gara di casa" dice bene alla Lanterna Corse

   Giornata da ricordare per la Lanterna Corse che, nella gara di casa a Torriglia, conquista un bottino eccezionale grazie alle prestazioni dei propri equipaggi. Andrea Mezzogori e Roberta Baldini hanno conquistato la terza posizione assoluta, vincendo nuovamente la classe N4 con la Renault Megane e portando così a tre i successi di categoria consecutivi. Per il pilota genovese arriva un’altra soddisfazione e prosegue a gonfie vele lo sviluppo della nuova vettura in collaborazione con la Gima Autosport e la Renault. Ottima prestazione anche per Roberto Canevari e Marco Gallizia, per la prima volta a bordo di una Suzuki Ignis Super 1.6 ex ufficiale. La coppia della Val Trebbia ha concluso la gara di casa in decima posizione assoluta, nonostante la rottura di un semiasse a metà gara. Vittoria in classe FA6 per Massimiliano Bonafini e Valentina Orengo, capaci di raggiungere anche l’undicesima posizione assoluta con la piccola Peugeot 106, mentre in classe FA7 le due Clio Williams di Nicora - Capilli e di Castelli - Farina hanno terminato quarta e quinta. Positivo il rientro alle competizioni dopo uno stop di ben vent’anni di Mario Tabacco: il pilota di genovese, affiancato da Billy Casazza su una Renault Clio, ha chiuso la gara in settima posizione di classe N3. Sempre in N3 decima piazza per l’altra Clio di Baldassari - Stabielli. Daniele Comini e Filippo Gravaghi su Citroen Saxo si sono aggiudicati un’agguerrita classe N2, mentre le due vetture al via della N4 portate in gara da Paolo Saredi – Lady Tuning (Subaru Impreza) e da Ferrando - Figari (Mitsubishi Lancer) hanno terminato quarta e quinta. Giovanni Garbarino ed Elisabetta Franchi hanno messo tutti in fila in classe A5 vincendo con la Fiat Panda, così come hanno fatto Maurizio Risso e Giulia D’Arrigo in FA5 con la Peugeot 106. Michele Zerega e Patrizia Cenedese hanno chiuso noni in R2B su una Renault Twingo, davanti ai compagni di squadra Accinelli - Censi sulla stessa vettura. (12 set.)

Francesco Aragno: "Una vittoria più bella di quella dello scorso anno!"

   Ancora Francesco Aragno sullo scalino più alto del podio del rally Città di Torriglia - Appennino Ligure. Proprio come lo scorso anno, il portacolori del Rally Club Millesimo, in coppia con il fido Marino Mondino ed alla guida di una Renault Clio Super 1600 messagli a disposizione dalla RS Sport, si è aggiudicato la gara grazie ad una prestazione maiuscola. Il savonese, seconda forza della gara sin dalle prime battute, dopo aver scavalcato il leader provvisorio Elia Bossalini (Peugeot 207 S2000) sulla quinta e penultima prova, si è visto spianare la strada verso la vittoria assoluta dallo stesso piacentino, finito fuori strada sull’ultima prova speciale, quando era secondo con soli 5 decimi di ritardo da Aragno. “Una bella doppietta – ha commentato a caldo il portacolori del Rally Club Millesimo – anche se questa volta, rispetto allo scorso anno, è stata molto più difficile, perché ho sofferto la superiorità della 207 di Bossalini nelle prime due speciali, dove c’era tanta salita. Dopo aver vinto la terza ps, all’inizio della penultima prova ho deciso di farmi sotto attaccando al massimo, anche per coprirmi le spalle dagli attacchi della Clio R3 di Davide Storace, e sono riuscito a passarlo. Poi, nell’ultima ps, lui è uscito e…”. Il secondo successo consecutivo di Francesco Aragno al rally Città di Torriglia coincide anche con la sua seconda vittoria assoluta in carriera. “La prima è stata bellissima – ha osservato sul podio finale – ma questa lo è ancora di più. Proprio per questo voglio condividerla completamente con il mio navigatore Marino Mondino, con tutta la squadra della RS Sport,  con il Rally club Millesimo, che mi segue sempre, con la mia famiglia e con i miei sponsor, i Laboratori Bionieri Torino e la Demont, che mi permettono di correre e confrontarmi a questo livello”. (12 set.)