Tra vetture moderne e storiche il "Riviera Ligure" ne conta sessantacinque

Poche ore al via  della tredicesima edizione del Rally della Riviera Ligure – memorial Daniele Cianci, che si appresta ad infiammare domani e domanica insieme all’ottavo Rally Storico della Riviera Ligure – memorial Mauro Albini. La Riviera Rally 2.0 ha da poco diffuso l’elenco iscritti, che conta sessantacinque vetture, suddivise tra quarantanove moderne, undici storiche e cinque All Stars.


Tra le vetture più attese dagli appassionati ci sarà sicuramente la Abarth Grande Punto di Elwis Chentre e Fulvio Florean, in gara con il numero uno, che dovranno guardarsi le spalle dalla Ford Fiesta R5 di Alessandro Ghezzi ed Agostino Bernenti. La schiera delle top car sarà completata dalla Subaru R4 di Iacomini, dalla sempreverde Lancia Delta di Bulgarini e dalla amatissima Renault Clio Maxi del locale Sandro Rossi.


Interessante la sfida in classe Super 1.6, con due Renault Clio per Biggi e Vigo, che dovranno vedersela con la Citroën C2 di Tomaino (nella foto) e la Fiat Punto di Cornero. Riflettori puntati anche sulla classe R3, con le Renault Clio di Andolfi Junior, Maurino, Lugano, Bernardi e Buscema pronte ad inserirsi nelle posizioni alte dell’assoluta, insieme alla Citroen Ds3 di Berchio. Questa la distribuzione degli iscritti nelle altre classi: cinque A7, tre R2, 7 N3, due A6, tre A5, nove N2, una A0 e tre N1.


Trepidante attesa anche per il Rally Storico, che, come da tradizione apre la stagione. Gli appassionati potranno vedere in azione vetture fantastiche, che hanno fatto la storia e che ancora oggi sono in grado di trasmettere emozioni uniche. Simone Giombini con la Lancia 037 e Giancarlo Risso con la Audi Quattro promettono faville, così come Gregorio con la Ford Escort Rs, Villani con la Opel Kadett GTE, Cravero con la Fiat 128 Coupè e Rimoldi con la Porsche 911. A seguire le tre A112 di Tenivella, Cheney e Perrone, con le due Fiat 127 di Di Marco e Borlotti.


Una menzione speciale la meritano le cinque vetture All Stars, capitanate dalla splendida Peugeot 205 T16 di Sergio Mano, seguita dalla Renault 5 Maxi Turbo di Stegemann, dalla Talbot Sunbeam Lotus di Romano, dalla Talbot Samba di Albini e dalla Wartburg 353 di Golm. Appuntamento dunque dalle 10 di domani mattina a Spotorno, per le verifiche tecniche e sportive presso l’Hotel Premuda, quartier generale della manifestazione; i motori inizieranno a rombare dalle 11 per lo Shakedown, poi la partenza ufficiale sarà alle 16.01.


Non solo auto, ma anche personaggi. A Spotorno si troverà un gruppo di piloti ed addetti ai lavori che hanno fatto la storia della specialità rallistica, per salutare la partenza della gara.  Gianni Tonti, Piero Spriano, Amilcare Ballestrieri, Mauro Pregliasco, Simo Lampinen, Erik Comas, Federico Ormezzano, Maurizio Ambrogetti, Luciano Trombotto, Dario Cerrato, Bobo Cambiaghi, Gabriele Noberasco, Silvio Maiga, Christian Geistdoerfer, Emanuele Sanfront e Piero Sodano, augurano a concorrenti e spettatori un bellissimo rally della Riviera Ligure e danno appuntamento a tutti gli appassionati a Spotorno.

 

Il Rally della Riviera Ligure assegnerà anche due premi particolari. Il Trofeo Gianni Chiaramonti, intitolato alla memoria del compianto giornalista savonese, sarà assegnato all’equipaggio licenziato dall’ACI Savona che otterrà il miglior piazzamento assoluto. Per il più giovane equipaggio licenziato dall’ACI Savona sarà invece in palio il premio intitolato alla memoria di Dario Fadini, fortemente voluto dal padre Beppe, figura storica della Scuderia Riviera e da anni presidente onorario del sodalizio. Sul sito www.scuderiariviera.it e sulla pagina Facebook ufficiale, in costante aggiornamento, sono disponibili tutte le informazioni relative alla manifestazione. (28 feb.)