A Sanremo il Rallyclub Sandro Munari brinda al successo di “Pedro”

Dopo tre anni torna a vincere il Sanremo un equipaggio del Rallyclub Sandro Munari. L’inedita accoppiata “Pedro” ed Emanuele Baldaccini su Lancia Rally 037 trionfa grazie ad una gara d’attacco nella prima difficile tappa ed amministrando saggiamente il notevole vantaggio nella seconda. E’ stato davvero un fine settimana memorabile per il Campione Europeo in carica che ha presentato il suo libro “Storico a chi?” poche ore prima di iniziare la splendida gara in coppia con Emanuele Baldaccini e riportare alla vittoria la Lancia Rally 037 a trent’anni esatti dal successo di Markku Alen ed Ilkka Kivimaki. Gran bella gara anche quella di Valter Jensen ed Erik Pedersen che portano la seconda “zero” in quarta posizione assoluta e seconda di Raggruppamento, nonostante una forma influenzale che non ha permesso al pilota norvegese di esprimersi ai massimi livelli. All’arrivo anche la terza Gruppo B torinese, quella affidata ai francesi Christian Perrier e Gerard Bouvet autori di una gara accorta senza prender rischi sugli insidiosi asfalti dell’entroterra imperiese. Buon terzo di classe Giulio Pedretti che finalmente vede il traguardo con la bellissima Fiat 131 Abarth Gruppo 4 in coppia con Davide Rossi. A podio anche la Ford Escort RS Gruppo 2 di Rino Righi e Mauro Iacolutti, secondi di classe. Bravi anche Silvano Pasetto e Giuseppe Morelli a terminare una gara molto difficile pesantemente condizionata, specie nella prima tappa da condizioni meteo proibitive con la Porsche 911 S Gruppo 4: per loro la quarta posizione di classe.

Le note dolenti, purtroppo ci sono anche quelle, vengono dapprima da Serge Cazaux e Vincent Clavier che nel corso della terza speciale toccano duramente l’anteriore della Lancia Rally 037 strappando la ruota sinistra: nessun problema per l’equipaggio. Rammarico per lo stop anzitempo della Porsche 911 RSR 3.0 Gruppo 4 con la quale Oreste Pasetto e Battista Brunetti stavano conducendo una gara maiuscola: conclusa la prima tappa in settima posizione assoluta, ad un solo secondo dal sesto, erano partiti fortissimo nella seconda frazione di gara quando un problema al motore, forse un grippaggio, li ha costretti al ritiro. Hanno comunque dimostrato di esser pronti per inserirsi nei ranghi alti delle classifiche. Li attendiamo all’appello del prossimo Rally Campagnolo. A coronamento degli ottimi risultati è stata anche vinta la Coppa delle Scuderie. (8 apr.)