Altri articoli...

Lanterna Corse prima scuderia nel "rally di casa"

Conquistati anche la graduatoria Under 25 e quattro podi di classe.


E’ stato un weekend trionfale l'ultimo per la Lanterna Corse Rally Team. Al Rally della Lanterna, gara di casa per la scuderia genovese, è arrivato infatti un importante successo nella classifica scuderie. La terza tappa del Campionato Italiano WRC ha visto numerosi equipaggi della Lanterna Corse Rally Team giocare un ruolo da protagonisti. Ottima la gara di Enrico Maria Volpi, che in coppia con Paolo Rocca su una Renault Clio Williams (nella foto) ha conquistato la classe A7 e l’undicesima posizione assoluta, aggiudicandosi anche la classifica riservata ai piloti under 25 e terminando davanti ai compagni di squadra Giovanni Castelli e “Lady Tuning”, davvero veloci con un’altra Clio Williams.


Gara da incorniciare anche per Gianluca Caserza, vincitore in coppia con Federico Capilli della N3 e secondo tra gli under 25 con una Renault Clio Rs. La soddisfazione nel vedere i due protagonisti della finale del Progetto Giovani 2013 ottenere risultati importanti tra i partecipanti del Campionato Italiano è stata grande per tutti gli uomini del team. Sempre in classe N3, buon terzo posto per Alberto Biggi ed Eleonora Marrè, su Renault Clio Rs.


Risultato incoraggiante anche per Alessandro Ieraci e Nicolò Barla, quarti in R3C con la Renault Clio, mentre in A6 hanno terminato la gara in solitaria Marco Cotugno e Giorgia Lecca (Renault Clio). In N2 i migliori sono stati Mattia e Stefano Casazza (Peugeot 106), quinti di classe, mentre Marco Riva e Daniele Di Paolo (Peugeot 106) hanno terminato ottavi, proprio davanti a Stefano Comando con Davide Caponetto (Citroen Saxo) e Giacomo Orsi con la debuttante Martina Balducchi (Peugeot 106). Secondo posto in classe A0 per Pietro Di Miceli e Gianrenzo Roatta su Fiat Seicento, mentre è stata una giornata sfortunata per Giuseppe Bevacqua e Nicola Berutti, fermi con la Peugeot 206 WRC per problemi ai freni. Stessa sorte per Marco Corona ed Andrea Gorni (Clio Williams A7), colpiti da mille sfortune, e per Alberto Verardo e Cristina Rinaldis (Clio Williams N3), fermati da un guasto meccanico. Fermi anzitempo anche Michele Zerega ed Erika Badinelli (Peugeot 106 N2). (10 giu.)

 


Poca sorte per Davide Craviotto al Rally della Lanterna

Non è stato fortunato il ritorno ai rally di Davide Craviotto. Al "Lanterna" - a cui ha partecipato con una Renault Twingo di classe R2B messagli a disposizione dalla Gima Autosport ed in coppia con il cugino Giovanni Gazzia, anche lui al rientro dopo ben 15 stagioni d inattività - il pilota genovese è stato, infatti, costretto al ritiro nel trasferimento verso la sesta prova speciale per un problema al cambio, quando occupava la ventesima posizione assoluta e stava conducendo la classe d'appartenenza.


"La sorte ci ha girato le spalle - sottolinea Davide Craviotto, portacolori della scuderia Racing for Genova - nel momento più importante della nostra gara, proprio quando ci eravamo tolti di dosso parecchia ruggine ed eravamo al comando della nostra classe. Mi spiace soprattutto per il mio "naviga - cugino", che era tornato alle gare dopo tanto tempo con lo stesso entusiasmo di allora, ed anche un pò per me, che avrei dedicato volentieri un bel risultato a mio figlio Alessio".


Tornato a gareggiare dopo due annate d'inattività, dopo aver riassaporato con piacere l'aria delle corse, probabilmente Davide Craviotto completerà il proprio programma 2015 partecipando, dopo la pausa estiva, ad un altro rally, non necessariamente in Liguria. (9 giu/foto di Renato Piga - RpPhoto Motorsport)

 



Andrea Tomaino vince la classe S1600 al Rally della Lanterna

Diversi problemi ma grandi emozioni per il pilota portacolori della scuderia Racing for Genova.


Un successo in classe Super 1600 per Andrea Tomaino al 31° Rally della Lanterna, a cui il pilota genovese ha partecipato alla guida della sua Citroën C2 ed in coppia con il cuneese Remi Rudino. Una gara intensa e piena di problemi, quella del portacolori della scuderia Racing for Genova, conclusa con un ottimo risultato che ripaga ampiamente il popolare driver e tutto il suo staff delle apprensioni patite nell'arco delle due giornate di gara.


"Siamo davvero contenti per la nostra prestazione - osserva Andrea Tomaino - oltre che per il risultato conseguito. La nostra partecipazione è stata in forse sino all'ultimo perché, durante le verifiche, la C2 è stata urtata da un camion in manovra ed è solo grazie all'intervento del nostro meccanico Darwin e dell'amico Patrizio della Carrozzeria Rodi, intervenuto prontamente, se siamo riusciti a partire. Nelle due ps al Palasport siamo andati bene ma nelle prime della seconda giornata è affiorato un problema alla frizione: in assistenza hanno dovuto tirare giù il cambio ma abbiamo dovuto pagare 9' di ritardo. In più, nell'ultima ps abbiamo bucato anche una gomma a circa 4 km dalla fine".


"Il successo di  classe - conclude il portacolori della scuderia Racing for Genova - è stato una bella emozione per davvero ed una grande soddisfazione che vogliamo condividere con i nostri meccanici Darwin e Davide oltre che con Patrizio, il carrozziere: è, soprattutto, grazie a loro che è arrivato questo ottimo risultato". (8 giu/foto di Renato Piga - rpphoto motorsport)

 

Paolo Porro e Anna Tomasi (Ford Focus Wrc) vincono il 31. Rally della Lanterna

Il pilota comasco si è imposto precedendo Bosca (Citroen DS3 WRC) di 4" e Chentre (Ford Focus WRC) di 46’’6.


Paolo Porro e Anna Tomasi, si aggiudicano la vittoria finale al 31. Rally della Lanterna a bordo della Ford Focus WRC (nella foto) della GP Racing. La gara, organizzata dall’Automobile Club di Genova e dalla Lanternarally, è stata una corsa all’insegna del caldo e sul filo dei secondi tra Porro e Alessandro Bosca, insieme a Roberto Aresca con la Citroen DS3 WRC. Alla fine è stato Porro ad ottenere la vittoria con la Ford Focus WRC, chiudendo quattro secondi davanti al piemontese.


Terzo assoluto è il valdostano Elwis Chentre, ancora leader di Campionato, classificatosi con ben 46’’6 di distacco, rallentato, durante la gara, dall’apertura del cofano della sua Ford Focus WRC lungo un trasferimento, con il conseguente danneggiamento del parabrezza. Il pilota valdostano ha dovuto poi affrontare due speciali con una visuale ridotta, seguito anche da un problema al sistema di partenza della sua vettura.


Alle spalle dei primi tre si piazza il vicentino Manuel Sossella che ha perso tempo dopo una foratura all’anteriore destra nella prova lunga di “Massimo Canevari”. Quinto assoluto il lombardo Alex VIttalini che nel secondo giro di prove ha sorpassato Roberto Vellani, primo tra le S2000 con la Peugeot 207. Tra gli altri iscritti al Campionato Italiano WRC chiude la top ten della gara ligure, Manuel Lugano su Renault Clio R3C.


Ennesima sfortuna al rally ligure per il veneto Marco Signor costretto a ritirarsi sul primo passaggio della “My Way”, per un problema alla turbina della sua Focus Wrc, perdendo speranze di recuperare punti in Campionato. Tra i ritiri importanti, anche quello di Roberto Vescovi con la Renault Clio R3T, per un’uscita di strada sempre sulla prima prova di oggi e, quello del giovane Daniele Marcoccia su Renault Clio R3. Una buona prova per il pilota frusinate rimasto nella classifica dei primi dieci fino alla sesta prova, dove dopo un’uscita di strada ha staccato una ruota dopo pochi chilometri di prova è stato costretto ad abbandonare la gara.


Nel Suzuki Rally Trophy, ottima la prestazione del bresciano Under 25 Gianluca Saresera, che insieme ad Andrea Tumaini con la Swift R1B hanno chiuso al comando davanti a pochi secondi da Marco Cappello e Michele Modugno, su Suzuki Swift in versione N2.


Classifica Assoluta 31.Rally della Lanterna: 1. Porro - Tomasi (Ford Focus Wrc) in 1:15'56.3; 2.Bosca - Aresca (Citroen DS3 Wrc) a 4.0; 3. Chentre - Gualtieri (Ford Focus Wrc) a 46.6 ; 4. Sossella - Falzone (Ford Fiesta Wrc) a 2’18.7; 5.Vittalini - Tavecchio (Citroen DS3 R3) a 6’28.8 ;6.Mezzogori - Baldini (Renault Clio R3C)a 6’46.5; 7. Vellani - Filippini (Peugeot 207 S2000) a 6’48.5; 8.Garcia - Marco (Fiat Punto S2000) a 10'32; 9. Roggero - Riva (Mitsubishi Lancer Evo X) a 10’39.5; 10. Lugano - Pozzi (Renault Clio R3C) a 11’08.


Classifica Assoluta Campionato Italiano WRC: Chentre 34 pt; Bosca 27; Sossella 18; Porro 15; Vellani e Signor 10; Vittalini 3; Bianco e Lugano 1. (6 giu.)

 


"Lanterna" giro di boa della Michelin Rally Cup

E siamo arrivati a metà stagione. Con il Rally della Lanterna la Michelin Rally Cup 2015 termina il primo girone e comincia a fare i conti. Saranno 24 i concorrenti che hanno aderito all'appuntamento ligure della Coppa indetta dal Costruttore francese di pneumatici e che si presenteranno domani, venerdì 5 giugno, alla Fiera di Genova per le verifiche della gara.


Il valdostano Elwis Chentre (nella foto) è alla ricerca del primo successo assoluto stagionale, che rappresenta il più importante, ma non il solo obiettivo del pilota della Ford Focus WRC. Chentre finora ha ottenuto il bottino pieno nella Michelin Rally Cup. Sicuramente il driver di Roisan (AO) correrà con un occhio attento al challenge riservato agli equipaggi dell’Omino Michelin: un suo successo non gli porterebbe nuovi punti (avendo già ottenuto il massimo bottino nelle due precedenti gare), ma impedirebbe agli avversari di avvicinarsi in classifica assoluta e di categoria. A contendergli la vittoria saranno principalmente il velocissimo Marco Signor, Ford Focus WRC, e Manuel Sossella, Ford Fiesta WRC. Il trevigiano Signor era stato il più serio antagonista di Chentre al Mille Miglia, mentre al Salento, dopo l'exploit della prova spettacolo del venerdì sera, si è dovuto ritirare per un principio d'incendio. Il vicentino Sossella, assente al Mille Miglia, è stato positivo al Salento, dove ha concluso alle spalle di Chentre, compiendo l'intero percorso di apprendistato con gli pneumatici Michelin che usava per la prima volta. Due ritiri in stagione pesano sulla classifica di Paolo Porro, che vuole dimostrare di essere anche lui in lizza per il successo, se solo la sua Ford Focus WRC lo assiste.


In Classe S2000 avremo il solo Roberto Vellani, Peugeot 207, già a punteggio pieno nella propria categoria della Michelin Rally Cup, ma in piena lotta con Roberto Vescovi, Clio R3C, per il secondo gradino del podio della classifica assoluta della Michelin Rally Cup. Sicuramente fra i due saranno scintille in una sfida che porterà sia Vellani, sia Vescovi a scalare le zone nobili della classifica assoluta del rally, a tutto beneficio dello spettacolo. Solitaria presenza in S1600 per il biellese Massimo Lombardi, che, con un buon risultato, ha la possibilità di avvicinare nella classifica di categoria l'assente Antonio Forato, mattatore delle prime due gare, e compiere un bel balzo in avanti anche nella classifica assoluta. In Classe R3C/T sarà al via anche il vincitore del Trofeo Citroën DS3 della scorsa stagione, Alex Vittalini, protagonista della sua classe al Mille Miglia, oltre al giovane alessandrino Manuel Lugano, che avrà come pietra di paragone il “maestro” Roberto Vescovi: un confronto sicuramente propedeutico per il pilota della Clio R3C. Da segnalare in questa categoria i due ritorni di Alessandro Marchetti e Daniele Marcoccia, entrambi su Clio R3C, alla loro seconda presenza stagionale nella Michelin Rally Cup. Ingresso nella serie per il piemontese Luca Roggero, grande specialista dei rally sterrati, che porta in gara la Mitsubishi Lancer EVO IX di Classe N4.


Si fa sul serio in Classe R2B, in cui l'assenza dei protagonisti delle prime due gare, Luca Fiorenti e Frank Montagna, darà spazio alle ambizioni di Graziano Nember (Citroën C2), Lorenzo Grani (Peugeot 208 R2B) e Marco Oldani (Peugeot 208 R2B), che hanno assolutamente bisogno di punti pesanti per rimettersi in gioco nella seconda parte della stagione della Michelin Rally Cup. In questa categoria saranno di scena anche Nicola Novaglio, con la meno performante (sulla carta) Mini Cooper S Racing Start, che, usando la strategia della formichina, potrebbe raccogliere punti sufficienti a farlo diventare uno dei protagonisti della categoria, e Nicola Bennati (Peugeot 106 Rallye A6), che finora ha raccolto solo il bonus presenza al Mille Miglia.


Confronto serrato nella categoria che pone di fronte la Peugeot 106 Rallye N2 di Moreno Cambiaghi (secondo di categoria al Mille Miglia), le Suzuki Swift di Classe N2 di Michele Modugno e del giovane Michele Cagni, con le Swift di Classe R1B di Marco Cappello, Corrado Peloso, Gianluca Saresera e Nicola Angilletta. Un confronto impari sulla carta, ma che i quattro piloti della Swift R1B, sicuramente meno performante, hanno dimostrato di saper volgere a loro favore con il successo di categoria di Marco Cappello al Salento, la buona prestazione del Mille Miglia e con le ottime performance in terra pugliese del valdostano Peloso e del giovane bresciano Saresera. (4 giu.)