Rally: Emanuele Fiore è già entrato in clima “Lanterna”

L’ultima gara disputata prima del periodo feriale - il Rally del Moscato - ha consegnato a Emanuele Fiore diverse certezze che il gentleman driver genovese sfrutterà nel suo prossimo impegno agonistico, il 33° Rally della Lanterna - 1° Rally della Val d’Aveto, previsto il 2 e 3 settembre. Nei prossimi giorni il pilota della scuderia La Superba formalizzerà la propria adesione alla quotata gara genovese, a cui prenderà parte sempre con la Peugeot 208 R2B, che gli sarà messa a disposizione dalla Vsport competition, ed in coppia con la genovese Sara Torielli, abituale co-pilota di Paolo Benvenuti, il Presidente del sodalizio patavino di cui Fiore è portacolori.


“Sono tornato dalla gara piemontese – rileva Emanuele Fiore – con un pizzico di conoscenza in più della 208, che non è una vettura facile e che richiede una padronanza notevole se si vuole essere competitivi. Io, finora, l’ho utilizzata solo per due rally ed uno slalom ma, nelle battute finali della corsa, ho avuto la sensazione di aver trovato già un certo feeling con questa auto che, come tutte le vetture performanti, necessita un apprendistato notevole. Al “Moscato”, però, mi sono divertito molto di più che al rally di Alba, da cui ero tornato soddisfatto”.


“Ora sotto con il ”Lanterna” – aggiunge Emanuele Fiore – un altro rally tutt’altro che facile ma su strade conosciute, ben diverse da quelle piemontesi e più consone al mio stile di guida: un percorso che esalterà di certo la competitività della 208. Le sensazioni, al momento, sono buone e ci aiuteranno ad avvicinarci alla gara, già molto sentita, nel migliore dei modi possibile”. (8 ago.)