Gino e Miele: sfida per il successo assoluto alla Ronde Val Merula

Con la disputa dello shake down a Stellanello, dove pioggia e nebbia hanno messo a dura prova i partecipanti, è entrata nel vivo la 5^ Ronde Val Merula. Questa sera, dalle ore 18:30 in poi, la cerimonia ufficiale con l’ingresso nel parco partenza allestito in via dei Mille. Domani alle 7:31 il via alla gara, con arrivo alle 16:21, dopo quattro passaggi sulla nuova prove speciale, Passo del Ginestro (da Stellanello e Cesio attraverso Testico).


L’edizione 2018 della gara organizzata dalla Sport Infinity ha fatto registrare adesioni da record, richiamando ad Andora ben 94 vetture. Tra i piloti iscritti sono presenti anche Alessandro Gino su Ford Fiesta WRC, già vincitore delle edizioni 2014 e 2017 (nella ph di Nicolas Rettagliati), e Marco Colombi su Skoda Fabia R5, primo nel 2016; al via anche un'altra vettura WRC, la Citroen DS3 di Simone Miele, pronto a contendere a Gino il ruolo di favorito per il successo finale.


Quella di Colombi non sarà l'unica Skoda Fabia R5 in lizza: al via di Andora ce ne saranno complessivamente 8, tra cui quelle dei savonesi Fabio Andolfi e Fulvio Florean, di Guastavino - Bottini e di Araldo - Boero. Sempre in R5, buona rappresentanza delle Ford Fiesta (5), con in evidenza quella del locale Vigo e di Roncoroni, e attesa per la Peugeot 208 T16 di Razzini. Grande interesse anche per le vetture di classe R3T, dove spiccano le Clio del genovese Paolo Benvenuti e di Riccardo Canzian.


Di notevole interesse anche la classe R2B, quella delle Peugeot 208 tra cui spiccano quelle di Arzà, del piemontese Baravalle, dei locali Cha e Tamagnini e dei genovesi Fiore e Multari, quest’ultimo al debutto su tale vettura. Da seguire anche la gara di Danilo Ameglio, con la piccola Peugeot 106, e di Flavio Tarantino (Renault Clio Williams). In chiave prettamente genovese, infine, da segnalare il debutto, come pilota, della “naviga” chiavarese Marta De Paoli su una Peugeot 106 N2 e che avraà al suo fianco la sorella Beatrice, al debutto agonistico assoluto. (17 feb.)