SCR MotorSport vola in val d'Aveto con Strata e la Tadone

   Tre è stato il numero ricorrente alla Ronde della val d'Aveto per la SCR MotorSport: Marco Strata e Veronica Marre' (Lancer N4) concludono la competizione Avetina al terzo posto assoluto. "Non è stato facile - commenta Marco Strata, pilota SCR - ma abbiamo cercato di dare il massimo e il risultato è arrivato. I miei complimenti a Mezzogori e Uzzeni e un ringraziamento particolare alla mia navigatrice Veronica Marre' ". Già, perché la partenza della gara per il duo ligure non è stata per niente felice: solo dopo pochi Km di P.S. percorsa, all'altezza di un'inversione, la Mitsu di Strata perde la trazione all'anteriore non permettendo al pilota di proseguire il suo attacco ma consentendogli solamente di transitare sulla P.S e di  raggiungere il primo parco assistenza, in cui i valenti meccanici della Evomotorsport individuano e, prontamente, risolvono il problema al cambio della berlina. Da lì tutto un susseguirsi di prestazioni eccelse che consentono all'equipaggio di attraversare il palco al terzo posto assoluto e, al contempo, primo di gruppo e classe. Ma non finiscono qui le soddisfazioni in questa bellissima domenica autunnale: Cristina Tadone e Stefania Parodi (l'equipaggio femminile SCR MotorSport) tirano fuori il coniglio dal cilindro e portano a casa una splendida 1^ posizione di classe e gruppo staccando il valentissimo Pessina, su medesima vettura, di 8.8 sec. al termine dei quattro tratti cronometrati. Dopo la prima prova speciale le  "Monelle", come le definisce un adesivo sulla vettura, accusano un ritardo di soli 1.4 sec. Questa e' la scintilla che fa scattare in loro la consapevolezza  di potersi "giocare" la testa della gara, cosa che avviene a partire dalla 2^ P.S., in cui le "Figette" (termine dialettale genovese) mettono le loro ruote davanti a tutte le R3C infliggendo al secondo di classe un distacco di 5.2 sec. La terza prova e' la fotocopia della seconda mentre nella quarta tornata si aggiudicano il secondo posto di classe, ma per la regola dello scarto, sul totale dei tre tempi migliori, sono loro a vincere, meritatamente, la combattutissima classe delle Clio.

   Un altro equipaggio ha dato il suo apporto al risultato conseguito dai verde-neri di Storace: Zaccaron - Barsotti si riempiono le bisacce con la coppa corrispondente alla terza posizione di classe (FN3); " Era già in programma ma dopo questa gara mi sono veramente reso conto che la mia Clio è stanca. Tutta questa inattività l'ha resa fiacca... ha davvero bisogno di un rialzo - commenta il locale Zaccaron, continuando molto sportivamente - I miei avversari di classe sono andati davvero forte, avrei voluto confrontarmi con loro ad "armi pari" per saggiare il mio stato di forma. Sono convinto che con la macchina a posto sarei riuscito a stare più vicino a loro e avremmo ingaggiato una bella lotta. Peccato non essermi potuto divertire di più. Con questo, onore al merito e alla velocità dei due equipaggi che ci hanno preceduto". Situazione opposta, invece, per i due navigatori SCR presenti alla Ronde; Matteo Zanardi, alle note di Alessandro Multari, porta a casa un 2° posto di classe e una soddisfacente 8^ piazza assoluta; sorte contraria per la lady presente, Roberta Brizzolara, incorsa in un capottamento durante la 1^ P.S. (11 ott.)