Il Rally d'italia in Sardegna per altri tre anni

Automobile Club d’Italia ha trovato l’accordo con la società Wrc Promoter Gmbh per la conferma del Rally Italia Sardegna nel calendario del Campionato del Mondo Rally per altri tre anni. L’annuncio è stato dato dal Presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani presente ad Alghero in occasione dell’edizione 2019 della gara sarda, ottavo round del Campionato del Mondo, che si è concluso da poche ore con la sorprendente vittoria, mirabolante ma meritata, di Dani Sordo e Carlos Del Barrio su Hyundai i20 WRC (ph). Rocambolesco è stato anche il successo, nella gara valida per il Campionato Italiano Rally, di Giandomenico Basso, con Lorenzo Granai e sulla Skoda Fabia R5: il pilota veneto ha attaccato a fondo e sull’ultima speciale del rally ha ribaltato la situazione dell’avvincente duello a suo favore, superando Luca Rossetti ed Eleonora Mori (Citroën C3 R5), a lungo al comando.


“Non sono state poche le difficoltà che abbiamo dovuto superare per riaffermare la presenza del Rally Italia in Sardegna – ha affermato il Presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani - anche perché è in atto una profonda rivisitazione del calendario del mondiale. Ma ora possiamo annunciare con soddisfazione che il lavoro fatto ha dato i suo frutti e che siamo riusciti a trovare un accordo per la disputa della prova italiana della serie iridata rally in Sardegna per altri tre anni. Questo accordo è molto importante anche e soprattutto per il territorio, che potrà ora organizzarsi e lavorare sull’evento con una visione di più ampio respiro.”. (16 giu.)