Andolfi, Albertini e Basso: un tris d’assi per la Ronde Val Merula

Grande soddisfazione in seno alla Sport Infinity per il successo quantitativo e qualitativo delle adesioni alla 6^ edizione della Ronde Val Merula, in programma sabato e domenica ad Andora. Sono 102, infatti, gli equipaggi iscritti (record assoluto per la prova savonese) e ben tre i piloti prioritari in lizza fortemente indiziati per il successo finale: Stefano Albertini, Giandomenico Basso ed il savonese Fabio Andolfi (quinto classificato nel 2018 e l’unico tra i tre ad aver già disputato la ronde), tutti al volante della Skoda Fabia R5 e tutti in gara test in vista dei prossimi impegni stagionali. Con le Fabia saranno in lizza anche il genovese Maurizio Rossi, l'emergente transalpino Jean Baptiste Franceschi ed altri buoni interpreti della specialità come Marcello Razzini, Alessio Profeta, lo spezzino Claudio Arzà, Marco Luison, Loris Ghelfi ed il locale Renzo Grossi.


Il corposo gruppo (15) delle vetture R5 al via ad Andora includerà anche le due Ford Fiesta R5 dei savonesi Michele Guastavino e Ferdinando Ghisolfo, la Hyundai i20 di Kevin Gilardoni, anche lui in gara test, e la Peugeot 208 R5 di Andrea Coti Zelati. A contrastare lo strapotere delle R5 in gara ci saranno una sola WRC, la Ford Fiesta di Gianluigi Niboli, e tre S2000, le Peugeot 207 del genovese (ma ormai veneto d’adozione) Paolo Benvenuti e dell’imperiese Alberto Orengo oltre alla Fabia di Gianluca Tavelli. Unica Gt al via la Fiat 124 Abarth di Massimo Brega.


Degne di note anche le presenze di Riccardo Canzian (Renault Clio R3C), Giorgio Bernardi (Ford Fiesta R2), Fabrizio Andolfi jr (Clio Williams), Mariani e Balbis, entrambi con l’Opel Astra Kit e delle Clio S1600 del locale Vigo e di Rovere. In campo femminile Rachele Somaschini (Citroën DS3 R3T) riceverà la sfida della rientrante locale Federica Lio (Fiat Seicento).


Dopo le verifiche e lo shakedown, la Ronde Val Merula si materializzerà dalle ore 18.30 di sabato 9, con la rituale cerimonia d’ingresso delle vetture partecipanti nel parco partenza allestito nella centralissima Via dei Mille ad Andora. Domenica, invece, via alla sfida, alle ore 07.31 sempre dal Via dei Mille dove i concorrenti faranno ritorno alle ore 16.21 dopo essersi lasciati alle spalle gli oltre 247 km totali del percorso comprensivi dei quattro passaggi sulla prova speciale Passo del Ginestro, di 10.50 km ciascuno. (7 feb.)