Il rally "Terre del Timorasso" fa rammaricare Davide Craviotto

 

E' stato un Rally Race "Terre del Timorasso Derthona" a due volti, quello disputato da Davide Craviotto, in lizza nel tortonese, nella "gara di casa" del suo co-pilota Fabrizio Piccinini, con una Renault Clio R3C messagli a disposizione dalla Gima Autosport. Malgrado un piazzamento finale - 12° assoluto e 2° di classe - apprezzabile, il pilota genovese non è riuscito ad archiviare l'impegno con piena soddisfazione.


"All'origine del tutto - osserva il portacolori della scuderia Project Team - c'è un'errata scelta di gomme all'inizio del secondo giorno di gara: pensavamo che non piovesse e abbiamo optato per pneumatici più duri. Invece il tempo si è coperto, ha iniziato a piovigginare ed altro non ci è rimasto che perdere il meno possibile. All'assistenza abbiamo rivisto un pò tutto, montato gomme morbide ed è cambiata la musica: siamo riusciti a risalire al secondo posto di classe e a conservare la posizione ma nel primo giro avevamo perso davvero troppo".


"Mi spiace - conclude Davide Craviotto - perché avrei voluto regalare al mio "naviga" Fabrizio Piccinini, che è nativo di Monleale, proprio dove passava la ps, una bella gioia. Lui, alla fine, era comunque contento e si è complimentato con me per come ho reagito nel secondo giro, ma se il risultato finale fosse stato migliore sarei stato più contento". (16 ott./ph Stefano Bertuccioli)