Che successo il 4° Autoraduno Città di Sanremo!

Si è tradotto in un grosso successo di partecipazione il 4° Autoraduno Città di Sanremo, organizzato dalla Sanremo Rally Team. Dedicata ai novant’anni di storia automobilistica, iniziati dal 1928 quando Ernest Urdareanu, su Fiat 520, si aggiudicò il primo Rally Internazionale di Sanremo, l’edizione 2018 dell’evento ha visto in lizza 65 gli equipaggi, con le loro vetture storiche da rally, vetture d’epoca e auto moderne stradali delle marche automobilistiche che hanno partecipato al Rally di Sanremo dalle origini fino al 2003, ultimo anno in cui la gara matuziana ha avuto validità per il Campionato mondiale. Tra i partecipanti, anche personaggi illustri che hanno scritto la storia del rally, come “Tilber” - il navigatore di Ari Vatanen oltre che di Bruno Saby, Guy Frequelin, Francis Delecour, Jean-Claude Andruet e molti altri - che per l’occasione si è seduto a fianco del pilota Riccardo Bolla.


Il raduno si è articolato su due giornate. Nella prima, dopo la verifica di idoneità, le vetture sono rimaste esposte quasi fino a sera a Sanremo, nella centralissima Via Adolfo Rava. . Il giorno dopo, invece, l’Autoraduno è entrato nel vivo con la disputa della Ronde, di ben 118 km, che, scattata da Sanremo, attraverso il passaggio a Taggia, Badalucco, Montalto, Carpasio, Colle d’Oggia, S.Bernardino di Conio, Rezzo, Caravonica, Chiusavecchia e Pontedassio, ha riportato gli equipaggi partecipanti nella cittadina dei Fiori. La giornata si è conclusa con le vetture esposte in Via Adolfo Rava e con la tradizionale premiazione al Casinò di Sanremo. (15 mag./ph Vanni Canale)