Al “Riviera Ligure” svettano il giovane Fabrizio Andolfi e lo storico Giancarlo Risso

Sarà un esordio da ricordare a lungo quello di Fabrizio Andolfi Junior a bordo della Peugeot 207 Super 2000 preparata dalla RS Sport. Il giovane pilota savonese della Eurospeed, affiancato dall’esperto genovese Paolo Rocca, ha vinto la quattordicesima edizione del Rally Riviera Ligure, gara che ha aperto la stagione del Trofeo Rally Nazionali 2015. Per il figlio d’arte (papà Fabrizio vinse due edizioni del Riviera Ligure con mamma Patrizia) una gara tutta all’attacco, giocata fino all’ultimo metro di prova speciale sul filo dei secondi (3 alla fine) con Jacopo Araldo e Lorena Boero, a bordo di un’altra Peugeot 207 preparata da Balbosca e con i colori della Meteco Corse. Sul terzo gradino del podio salgono Claudio Marenco ed Arianna Ravano, su Ford Fiesta R5 della Never Give Up, autori di un’ottima gara all’esordio sulla vettura dell’Ovale Blu. Quarto posto per Elwis Chentre e Fulvio Florean, sfortunati ed estromessi dalla lotta per il vertice dalla rottura di un semiasse sulla loro Abarth Grande Punto by d’Ambra della New Driver’s Team.


In quinta posizione concludono Matteo Giordano ed Emanuela Siragusa, primi tra le R3C con una Renault Clio della Winners Rally Team, che precedono i diretti avversari, i genovesi Andrea Mezzogori e Roberta Baldini, sempre veloci con la Clio R3C. Settima posizione finale per Pierpaolo Grassano e Marta De Paoli, primi in classe A7 con la Honda Civic della Racing For Genova, che chiudono davanti ai compagni di team Francesco Aragno e Marino Mondino, su Renault Clio Super 1.6. Per Aragno una gara sfortunata, passata nella top five fino alla rottura di un semiasse. Nona piazza per Michele Rovatti e Valentina Cantone, primi tra le R2b con la piccola Renault Twingo della Dpd Group, mentre chiudono la top ten Sergio Marchetti ed Alessia Sega, su Renault Clio R3C della Eurospeed. Ritirati i favoriti Villa - Celestini, sulla prima prova speciale, a causa di un’uscita di strada senza conseguenze per l’equipaggio; 32 gli equipaggi che hanno portato a termine la gara.


Il Rally Storico della Riviera Ligure ha visto invece il dominio assoluto di Giancarlo Risso e Marco Barale, a bordo di una fantastica Audi Quattro, che hanno preceduto la Ford Escort Mk2 di Fulvio Astesana e Claudio Santini. Terzo posto, raggiunto in extremis, per la piccola Autobianchi A112 di Paolo Parodi e Giordano Bruno, che proprio nel finale hanno superato La Fiat 131 della Mach 3 Sport di Paolo Pianezza e Luca Lucini. (11 mar.)


Grande attesa nel savonese per il "Riviera Ligure"

Riflettori puntati anche sul rally storico e sulla parata "All star"; al via anche i vincitori del 2014 Chentre - Florean.


Sta crescendo l’attesa per il 14° Rally della Riviera Ligure, manifestazione in programma a Spotorno per sabato e domenica prossimi, 28 febbraio ed 1 marzo. La gara sarà affiancata, come di consueto, dal Rally Storico della Riviera Ligure, giunto alla nona edizione e diventato ormai una tappa fissa per i migliori piloti nazionali della specialità, che avranno un’occasione unica per testare le vetture prima del Rally di Sanremo, in programma ad Aprile. La conformazione similare delle strade utilizzate farà del Riviera Ligure una vera e propria prova generale per la seconda tappa del Campionato Europeo che si svolgerà nell’estremo ponente ligure fra poco più di un mese.


Il Rally Storico della Riviera Ligure occupa una posizione strategica anche in funzione dell’inizio del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, in programma per il weekend successivo in Toscana. Molto probabile quindi la presenza di numerosi equipaggi di primo livello, sia italiani che stranieri. Spettacolo assicurato dunque per il pubblico, che si preannuncia numeroso e che potrà ammirare sia in gara che nella parata non competitiva" All star" le vetture che hanno scritto pagine indelebili nella storia della specialità tra il 1960 ed il 1990.


La manifestazione abbraccerà tutta la provincia di Savona e sarà patrocinata dai comuni di Savona, Vado Ligure, Spotorno e Vezzi Portio. Proprio a quest’ultimo spetterà aprire le danze, con la prova speciale “San Filippo”, che sarà affrontata due volte nella serata di sabato 28 febbraio. Torna così il fascino indiscusso del Rally in notturna, elemento fondamentale per i veri appassionati del genere.


Un lungo riordino notturno porterà i concorrenti alle prove speciali di domenica 1 marzo, che saranno due da ripetere tre volte. Si inizierà con la classica Madonna del Monte, di 7.2 km, immancabile come il Turini per il Montecarlo. La seconda prova speciale domenicale sarà invece la “Pian dei Corsi”, lunga 13 km: un altro classico del rallysmo ligure, che esalta le doti dei migliori piloti. 75 chilometri di prove speciali che decreteranno chi avrà l’onore di vedere il proprio nome nell’albo d’oro del Rally Riviera Ligure. Certa, tra i partecipanti, la presenza dei vincitori della scorsa edizione Elwis Chentre e Fulvio Florean con la Punto Abarth S2000. (nella foto/24 feb.)

 

Pronta a Spotorno l’edizione numero 14 del Rally Riviera Ligure

Confermato l'abbinamento con il 9° Rally Storico della Riviera Ligure.


Sta per tornare il Rally della Riviera Ligure, manifestazione che per la stagione 2015 sarà in programma a Spotorno nel weekend del 28 febbraio – 1 marzo. Giunto alla quattordicesima edizione, il classico appuntamento automobilistico che apre la stagione del Trofeo Rally Nazionali zona 2, intitolato alla memoria di Daniele Cianci,  sarà affiancato come di consueto dal 9° Rally Storico della Riviera Ligure – memorial Mauro Albini.


Gli uomini della Riviera Rally 2.0 stanno lavorando sodo e da pochi giorni è disponibile il programma ufficiale della manifestazione, scattata ufficialmente con l’apertura delle iscrizioni lo scorso 29 gennaio. I concorrenti potranno inviare le domande di adesione fino a lunedì 23 febbraio, mentre la giornata di domenica 22 febbraio sarà riservata alla consegna dei road book ed alle ricognizioni del percorso di gara, da effettuarsi con vetture di serie e nel pieno rispetto del Codice della Strada. Appuntamento a Savona in Via Valletta San Cristoforo 13 dalle 8.30 alle 17, mentre le prove speciali saranno percorribili dagli equipaggi dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.


L’attenzione poi si sposterà su Spotorno, la cittadina costiera divenuta un punto fermo del Riviera Ligure e che ha sempre regalato ad organizzatori, concorrenti, addetti ai lavori e pubblico una calorosa ospitalità, grazie alla collaborazione tra amministrazione comunale, Pro Loco ed Associazione Albergatori. Il Rally è sempre stato un appuntamento importante per l’indotto ricettivo della costa e dell’entroterra, che necessita di eventi simili fuori dalla canonica stagione turistica. Il Rally della Riviera Ligure va quindi ben oltre il valore sportivo e si colloca come uno degli appuntamenti più attesi per l’economia della vasta zona interessata dalla manifestazione, che potrà contare su un notevole numero di presenze, richiamate da ogni angolo d’Italia.


Confermato dagli organizzatori il format di gara, che prevede le verifiche sportive e tecniche nella giornata di sabato 28 febbraio a Spotorno, mentre i motori inizieranno a rombare dalle 18, orario previsto per la partenza dalla Via Aurelia. I concorrenti affronteranno subito due prove speciali nella serata di sabato, per la gioia dei tanti appassionati che potranno nuovamente assistere all’affascinante spettacolo che solo un rally in notturna può offrire. Dopo la prima PS i concorrenti faranno rientro a Spotorno per un riordino, mentre dopo la seconda è previsto un secondo riordino, che durerà fino alle 7.31 di domenica 1 marzo.


La seconda giornata di gara prevede il transito su due prove speciali, da ripetersi tre volte, con il parco assistenza collocato a Vado. I concorrenti del rally moderno e dello storico, compresa la parata All Stars, condivideranno lo stesso percorso e l’arrivo della prima vettura è previsto a Spotorno per le ore 18.15 del 1 marzo. In quel momento si conosceranno i nomi dei successori del valdostano Elwis Chentre e del savonese Fulvio Florean, trionfatori nel 2014 (nella foto) con una Abarth Grande Punto Super 2000, mentre il Rally storico fu conquistato dalla Lancia 037 di Simone Giombini e Stefano Cirillo. (4 feb.)