Altri articoli...

Il 12° Rally Golfo dei Poeti incorona D’Arcio - Filippini

Tanti colpi di scena alla Spezia ed una sola  certezza: il dominio di Luciano D’Arcio ed Elisa Filippini, che si sono aggiudicati il 12° Rally Golfo dei Poeti a bordo di una Renault Clio Super 1.6 (ph) della Eurosport. Lo specialista reggiano non ha avuto problemi a dominare la gara spezzina, corsa su prove speciali capaci di esaltare al massimo le sue doti di guida. Su un podio monopolizzato dalle Clio Super 1.6, il secondo posto è andato, in extremis, a Stefano Gaddini ed Andrea Sarti, portacolori della Maranello Corse, che proprio nel finale hanno superato Simone Catanzano e Michelangelo Mancini. Una foratura sull’ultima prova ha privato i portacolori della Art Motorsport di un secondo posto che sembrava ormai in tasca, con Gaddini che ha prevalso per soli tre decimi di secondo.


In quarta posizione sono giunti Andrea Simonetti e Nicola Angilletta, vincitori della R3C su Renault Clio, seguiti da Andrea Volpi e Michele Maffoni, a bordo di una Clio R3C della BB Competition. Sesta posizione finale per Claudio Fanucchi e Simone Giorgi, su un’altra Clio R3 della Proracing, che hanno preceduto Mariano Mariani e David Castiglioni, primi tra le A7 con una Renault Clio Williams della BB Competition. Ottavo posto per Giorgio Sgadò e Gabriele De Angeli, su Renault Clio Super 1.6, seguiti dai vincitori della R2B Luca Raspini ed Helga Costa, su Peugeot 208 della BB Competition. Chiudono la “top ten” Alessandro Bindi e Sandro Senesi, su Clio R3.


Quindicesima posizione assoluta finale e primato in Gruppo N per i portacolori della Sport Favale 07 Lorenzo Mottola e Romina Mazzino (Clio Rs), autori di un’ottima prestazione, che hanno preceduto la Clio S1600 dei liguri Alberto Biggi – Marco Nari. Sul diciottesimo scalino sono giunti i genovesi Fabio Ferrando – Veronica Marrè (Peugeot 208) che hanno regolato di una posizione Fabrizio Carabetta – Federico Capilli (Peugeot 106 – N1), i migliori della Racing for Genova Team nonché autori di una prestazione maiuscola. La scuderia diretta da Raffaele Caliro recrimina per il ritiro – per una foratura a seguito del contatto con una pietra - di Michele Guastavino e Mirella Siri (Clio S1600), che sino a quando sono stati in gara erano i maggiori antagonisti dei vincitori assoluti.


Giunti ventunesimi, Pessina – Di Tullio (Subaru Impreza) sono risultati i più bravi della Lanterna Corse Rally Team mentre i loro compagni di squadra Bigotti – Crocco (106 – A5) hanno chiuso ventisettesimi. Trentesima posizione finale e successo in Gruppo Racing Start per i portacolori della Sport Favale 07 Elio Canepa – Giorgia Lecca (Citroën C2 Vts) mentre Incontrera – Minetti (Fiat Seicento kit) hanno concluso la gara al trentatreesimo posto. (15 ott.)

 


12° Rally Golfo dei Poeti con 53 equipaggi al via

Il 12° Rally Golfo dei Poeti è in rampa di lancio; mancano ormai pochissime ore alla gara organizzata dalla BB Competition in collaborazione con Lanternarally, che sabato e domenica prossimi farà tornare a rombare i motori sul territorio spezzino. Alla chiusura delle iscrizioni sono 53 gli equipaggi che si sfideranno in riva al Golfo dei Poeti e, come anticipato, saranno diversi i pretendenti alla vittoria finale. Un elenco iscritti di qualità, che comprende molti ottimi interpreti delle vetture a trazione anteriore, categoria ormai padrona dei Rallyday.


Sono ben nove le auto della classe Super 1.6 ed i nomi dei partenti promettono grande spettacolo. Sgadò, Alberto Biggi, Forieri, Michele Guastavino, Gaddini, D’Arcio, Catanzano, Gianluca Caserza su Renault Clio e Giuseppe Iacomini su Peugeot 206 sono i piloti che porteranno in gara le piccole e potenti “tuttoavanti”, che dovranno guardarsi le spalle dalle due vetture della classe N4, guidate da Pessina e Sangermani.

 

Sei i partenti in classe R3C, tutti su Renault Clio, che potrebbero certamente inserirsi tra le zone alte della classifica, con i riflettori che saranno certamente puntati sul genovese Paolo Benvenuti, specialista delle strade liguri ed attualmente uno dei migliori interpreti della vettura francese. L’elenco proseguirà con cinque vetture della classe A7, tre R2B, otto N3, una K10, una Racing Start Plus, tre A5, otto N2, tre A0 e due N1.

 

Il 12° Rally Golfo dei Poeti entrerà nel vivo già dalle 8 di sabato 13 ottobre, con la consegna dei road book e le ricognizioni del percorso, mentre alle 14 scatteranno le verifiche sportive e tecniche. Lo shakedown, il test con le auto da gara, si terrà dalle 16.30 alle 19.30 e chiuderà la giornata. Domenica 14 ottobre la gara scatterà alle ore 10.01: gli equipaggi percorreranno sei prove speciali, per un totale di trentotto chilometri cronometrati e faranno ritorno alla Spezia a partire dalle 18.05 per l’arrivo, presso il Museo delle Ferrovie. (11 ott.)

 


Tornano in pista le bicilindriche storiche della Sport Favale 07

Domenica interamente dedicata alla velocità, la prossima, per la scuderia Sport Favale 07. Mentre Andrea Drago (Erberth R3) cercherà punti preziosi in Calabria, alla “Luzzi – Sanbucina”, ultimo atto del CIVM dove è in lizza per il “tricolore” di classe CN 1600, le mitiche bicilindriche storiche, ossia le Fiat 500/650 Giannini NP dei vari Antonino Fiordilino, Vincenzo e Domenico Mascolo e Francesco Liberato, oltre alla Peugeot 106 di Raffaele Arena, prenderanno parte al 6° “Torino Motor Show”, in programma sul Circuito Tazio Nuvolari, a Cervesina, nel pavese, e valido quale prova del Campionato italiano di Formula Challenge.


A Favale di Malvaro, però, non si è ancora spento l’eco del grande successo – organizzativo oltre che di partecipazione - ottenuto dal 7° slalom “Chiavari – Leivi”. Tra i piloti “fontanini” più soddisfatti c’è, di certo Fabio Belmessieri (Peugeot 106 Xsi, ph), autore di una gara tutta muscoli che gli ha permesso di aggiudicarsi il Gruppo A e la Classe A1400, una conquista, quest’ultima, che quest’anno ha fatto  in ogni gara a cui ha partecipato. Analogamente, l’under 23 Mattia Canepa (Citroën C2 Vts), primo di Gruppo RS e Classe RS 1.6 e, soprattutto, in notevole crescita rispetto alle passate edizioni, a conferma di un sempre maggiore affiatamento con la vettura e di un notevole lavoro di messa a punto.

 

Sono sicuramente soddisfatti anche il rientrante Luca Graffigna (A112 Abarth), che è tornato alle gare dal 2008 ed è giunto terzo in Classe S3, e Luca Tosi che, al suo secondo impegno dopo l’esordio a Garessio, ha portato al quinto posto in Classe A1400 la sua 106. Luciano Moscardini, invece, non sembra aver risentito molto del passaggio dalle gimkane agli slalom, sempre organizzati dalla Sport Favale 07, ed ha condotto la sua Panda 100 Hp in terza posizione nella Classe N1400.


Continua a stupire anche Giovanni Accinelli, il seniores del sodalizio, quarto posto in classe S4 con la sua Citroën Ax ed al traguardo finale dell’ennesima gara di una stagione che lo ha visto presente in moltissime manifestazioni. Ancora sorte avversa, per restare in S4, per la Fiat 127 di Salvatore Riitano che, dopo la rottura del semiasse a Pamparato, ha accusato ancora problemi tecnici ed ha dovuto accontentarsi del terzo posto di Classe, proprio davanti a “nonno” Accinelli.


Infine, Luigi Solari, che ha portato la sua Renault Clio 16v al quinto posto nella N2000. E che, come ogni anno, ha rischiato di fare la gara con il grembiule sopra la tuta, dato che si occupa in prima persona dell'organizzazione degli stand gastronomici presenti sul campo di gara a Leivi. (5 ott.)

 


Viaggio nell’XRallyTeam, scuderia “sociale”

Abbiamo incontrato Kevin Hegyes, Presidente dell’XRallyTeam, la scuderia sanremese, e con lui abbiamo parlato del “Memorial Giuseppe Petrolo” e delle prossime iniziative del sodalizio matuziano. Ragazzo solare, dotato di grande spirito di iniziativa e capace di trasmettere la sua grande passione a chiunque abbia il piacere di parlare con lui, Kevin nella chiacchierata ci ha illustrato anche le iniziative benefiche che stanno rendendo onore al suo giovane team.


Per prima cosa, un breve profilo di questa associazione “che – osserva Kevin – era già attiva in Piemonte e poi è stata trasferita in Liguria da Ermanno Crepaldi, che nel 2016, quando avevo appena 24 anni, mi ha proposto di rilevarlo”. In pratica la scuderia è gestita principalmente da Kevin e dalla sua fida ed efficiente segretaria Alessia Tappa e conta una cinquantina di iscritti tra piloti, navigatori e sostenitori. Durante le varie manifestazioni, però, il coinvolgimento dei soci nel sostegno al team è totale. Ad esempio, durante il recente Memorial Petrolo, i soci hanno provveduto ad allestire il percorso della manifestazione. “Più che sostenitori e soci  - rileva Kevin - vedo tutti i ragazzi come parte della mia famiglia: sono tutti giovani e volenterosi, a loro tengo molto.”

 

Di recente l’equipaggio Bert – Gallo, su MGZR, ha conquistato una bella vittoria di classe al Rally Città di Torino. “Ed è stata una grande soddisfazione non solo per i vincitori, ma per tutto l’XRallyTeam – aggiunge il Presidente – perché in ogni gara, anche se partecipa un solo equipaggio, tutta la nostra festosa “banda” cerca di supportare al meglio il concorrente in corsa. Per ora non abbiamo veri e propri sponsor, ma solo partner tecnici: in futuro, con il crescere della scuderia, vedremo di trovare supporti”.

 

“Siamo aperti su tutti i fronti – prosegue Kevin - siamo un bel gruppo di giovani che vuole vedere oltre il quotidiano. Abbiamo un sacco di idee e in futuro vorremmo creare un’Accademy Kart per far avvicinare i bambini a questo stupendo sport: per me è fondamentale accostare i giovani alle attività sportive e, soprattutto, coinvolgerli nelle attività benefiche. Riteniamo iniziative doverose poiché siamo tutti fortunati, facciamo ciò che ci piace; però ci sono persone in difficoltà ed è una vera e propria felicità portare un sorriso nelle loro vite, creando un evento che ci permetta di raccogliere fondi o semplicemente di far passare una giornata diversa a costoro. Tutto questo ci riempie di gioia. Vorrei che i ragazzi, seguendoci, pensassero che un domani loro dovranno continuare a muoversi in questa direzione, proprio secondo il mio motto “facciamolo bene, rifacciamolo e, soprattutto, rifacciamolo ancora meglio…”.

 

In tema di eventi della scuderia, il Presidente ci ha confidato che, insieme ad altri appassionati, è riuscito ad avere l’utilizzo del marchio “Rally delle Palme”, un rally titolato che ha avuto, come location, Bordighera, Imperia e Diano Marina: nel 2019 tornerà sotto forma di raduno nel Comune di Bordighera ma non è da escludere che da questa iniziativa possa rinascere nuovamente il rally.

 

Di recente, l’XRallyTeam ha proposto, con successo, il “Memorial Giuseppe Petrolo” (ph). “Ci siamo conosciuti nel 2015 al “Sanremo” -  racconta Kevin - e da subito siamo entrati in sintonia. Giuseppe amava la vita, era una persona che si divertiva e aveva sempre voglia di stare in compagnia dei nostri ragazzi; nonostante avesse qualche anno in più, per noi era come un coetaneo perché aveva l’entusiasmo di un ragazzino. Era tosto, aveva un bel carattere ed era molto testardo: se aveva un’idea in testa era difficile fargliela cambiare. Conoscendolo e frequentandolo, ho capito che era solo uno scudo, perché lui aveva l’animo buono: era una delle persone più belle che abbia mai conosciuto. Siciliano di nascita e sanremese di adozione, mi aveva confidato che gli sarebbe piaciuto entrare nella scuderia, poiché si trovava davvero bene con noi. Purtroppo il destino non glielo ha permesso, ma ogni volta che pensiamo a lui sentiamo la sua presenza e da lassù, di sicuro, ci sta dando una mano.”


Ricordi ed emozioni rivissuti intensamente durante il “Memorial” ad inizio settembre a Ospedaletti, sulla passeggiata a mare, dove si sono ritrovati molti spettatori, di tutte le età, che hanno seguito con entusiasmo, interesse e partecipazione la manifestazione, il cui nobile intento era quello di raccogliere fondi per l’acquisto di un’autoemoteca per Ospedaletti Emergenza. L’evento ha avuto tra i protagonisti piloti del calibro di Sandro Sottile, Dirk Schram, Marco Lanteri, Massimo Oliva, Diego Libertini, Marco Corona, Davide Siri e Dino e Mario Pereno: sono stati loro i veri artefici di quella meravigliosa giornata. Citazione d’obbligo per Danilo Ameglio e Luca Starace: il primo, alla fine della manifestazione, ha portato, insieme a Kevin, la Peugeot 208 di Petrolo al centro dell’attenzione; Luca Starace, invece, grande amico del compianto Giuseppe nonché co-organizzatore dell’evento, ha dato un grande contributo per la buona riuscita dello stesso.

 

I piloti hanno dato a tutti la possibilità di provare l’ebbrezza e l’emozione di salire su un’auto da rally o su una bellissima Bmw da Drifting in cambio di un piccolo contributo. Grazie a questa iniziativa sono stati raccolti oltre 4mila euro, cifra ulteriormente rinforzata dalla donazione della famiglia di Giuseppe Petrolo, la cui vedova, Silvia, ha assistito per tutta la giornata i ragazzi della Scuderia. Presente anche il Vice Sindaco di Ospedaletti, entusiasta della cifra raccolta. “Abbiamo posto solo una condizione – osserva il Presidente con visibile emozione - l’autoemoteca dovrà portare il nome di Giuseppe, sperando che questo mezzo resti il più fermo possibile, perché vorrà dire che non ci sono emergenze… Ma, ogni qualvolta che l’auto di emergenza si muoverà, avremo la certezza che Giuseppe, da lassù, darà una mano a chi ne avrà bisogno”.

 

Un’altra iniziativa che merita di essere racconta è stato l’evento denominato “Taxi terapia”, che si è svolto lo scorso 1 luglio ad Apricale e che ha riguardato gli ospiti della Casa di riposo “Residenza il Sole”. Gli anziani residente in questa struttura sono stati accompagnati tra Apricale e Bajardo su tre auto storiche, messe a disposizione da tre possessori e condotte dai driver Dino Gabbiani, Carlo Gudino e Manuel Tonoli. “L’anno prossimo ripeteremo l’iniziativa – aggiunge Kevin - grazie anche alla volontà del responsabile della struttura, che oltre a essere un amico è anche un nostro tesserato”.

 

Per concludere al prossimo Rally del Piemonte, previsto il 27 e 28 ottobre a Mondovì, la scuderia concluderà in bellezza l’anno sociale. Un altro evento benefico si svolgerà durante la gara: la raccolta fondi e la sensibilizzazione verso la prevenzione del tumore al seno. Per l’occasione tutti i dieci equipaggi del sodalizio porteranno uno speciale adesivo dell’XRallyTeam adornato con un fiocco rosa: in chiave goliardica, durante i trasferimenti e le varie fasi in parco assistenza, gli equipaggi indosseranno una parrucca femminile per ricordare con simpatia l’iniziativa. “Se altre scuderie o singoli equipaggi vorranno contribuire alla causa – conclude il Presidente - ovviamente saranno ben accetti, perché fare del bene, in fondo, non costa nulla e vorrei che questi progetti fossero di esempio per tutti”. (4 ott./Nicolas Rettagliati)

 


La "Chiavari - Leivi” ha detto bene alla Sport Favale 07

Grande soddisfazione, in seno alla Sport Favale 07, per l’esito finale del 7° slalom "Chiavari - Leivi”, sia dal punto di vista agonistico che da quello organizzativo. “Aver vinto la classifica riservata alle scuderie ed aver piazzato tre nostri piloti nella “top ten” di una nostra gara è motivo di enorme soddisfazione - osservano a Favale di Malvaro - ma lo è ancor di più il fatto di aver regalato al pubblico un grande spettacolo ed una manifestazione di notevole livello tecnico e sportivo".


I tre “moschettieri” della Sport Favale 07 giunti tra i primi dieci piloti classificati sono, nell’ordine, Andrea Drago (Erberth R3), Gianluca Ticci (Fiat X1/9) e Michele Zaniboni (Lotus Exige), che hanno chiuso la graduatoria, rispettivamente, in sesta, settima ed ottava posizione assoluta. Prestazioni concrete per tutti e tre: Drago ha mostrato di essere in gran forma e pronto per il rush finale sia nel CIVM  - proprio domenica prossima cercherà punti preziosi alla Luzzi Sanbucina in Calabria, gara di chiusura della serie - che nel TIVM, dove è in lizza per entrambi i titoli di classe CN 1600; Ticci ha chiuso ottimamente una stagione che lo ha visto grande protagonista con la sua ammirata X1/9 dotata di testata Ferrari; Zaniboni ha mostrato i muscoli entusiasmando il pubblico con l’elegante Exige (ph).


Non è riuscito ad entrate nella “top ten” per poco Danilo Mosca, giunto dodicesimo con la sua Peugeot 205 Gti, tornata finalmente performante: convincente la sua prova, che gli è valsa la seconda piazza di Gruppo E1. Quattordicesima posizione finale, invece, per Paolo Bordo (Renault Clio Rs), che con una gara di spessore ha conquistato il terzo posto di Gruppo S, dietro Ticci e Zaniboni, ed il successo, seppur platonico, in Classe S6. Lorenzo Mottola (Renault Clio Rs) ha dimostrato di non temere rivali sulle strade di casa, unendo alla diciassettesima piazza finale anche la vittoria di Gruppo N e di Classe N2000.


Sono stati 20, in totale, i piloti classificati della Sport Favale 07 alla “Chiavari - Leivi”. Vincitori di classe, oltre ad alcuni tra i già citati, sono risultati anche il grintoso Gianluca Accinelli (Renault Clio Williams), primo in A2000 dove ha preceduto il compagno di squadra Gianfranco Vigo con la sempre valida Renault R5 Gt turbo, e Ivan Pedrini (Fiat 126 Prototipo - S1), in sofferenza durante la manche di qualificazione per un problema meccanico. Degni di nota anche i piazzamenti di classe ottenuti da Paolo Ratto (Peugeot 106), nella A1400, e da Michele Solari (Clio Rs), nella N2000, giunti entrambi terzi. (3 ott.)