Altri articoli...

"Aosta - Gran San Bernardo" nel segno della Lumugnon family

Loris Lumugnon in coppia con la figlia Michelle di 9 anni su Autobianchi A112 Abarth del 1984 si é aggiudicato la XXXIV edizione dell’Aosta  - Gran San Bernardo, gara di regolarità per auto storiche inserita a calendario nazionale Asi. Alle loro spalle si sono piazzati Mauro Bonfante in coppia con Cinzia Bruno su Fiat 1100/103 del 1956 e Roberto Boracco con Angela Bossi su Autobianchi A 112 Abarth del 1982. Vincitori meritati pure gli organizzatori del Cameva, che oltre a portare a casa un’edizione ben organizzata hanno fatto registrare un vero boom di iscrizioni.


E così, la mattina dello scorso 8 giugno, ben 75 equipaggi, in una giornata soleggiata prettamente estiva, hanno invaso piazza Chanoux, il salotto buono di Aosta, per l’accreditamento e le verifiche sportive alle quali, come di consueto, è seguita la tradizionale “buvette” di prodotti tipici valdostani che il Cameva ha offerto a tutti i partecipanti. Il via dell’edizione pre-centenerio è stato dato alle 13,00: i concorrenti hanno raggiunto, dopo aver effettuato l’impegnativa salita del “Piellier”, Fenis per una meritata sosta ristoro. Riaccesi i motori, le auto storiche hanno puntato verso Saint-Vincent dove presso il Grand Hotel Billia si è conclusa la prima tappa. In serata cena di gala e pernottamento.


Domenica mattina con un clima decisamente autunnale, rimesse in moto le "nonnette" - è rimasta al palo solo una Fiat 508 C nuova Balilla del 1937 – gli agguerriti equipaggi hanno raggiunto Aosta per poi iniziare la spettacolare ed impegnativa salita, resa ancora più impegnativa per le avverse condizioni del tempo con una fastidiosa pioggia battente, verso i 2347 metri del Colle del Gran San Bernardo. Una veloce inversione di marcia e le auto storiche hanno fatto ritorno verso Etroubels per un riordino ed un aperitivo. La gara si è poi conclusa a Sarre. (17 giu.)

 


“Rocchetta Auto-Historic 2019": iniziato il count-down

E' iniziato il count-down, a Rocchetta Ligure in Val Borbera, per la terza edizione del “Rocchetta Auto-Historic 2019”, tradizionale raduno turistico per auto storiche, in programma domenica 23 giugno e riservato a tutte le vetture storiche e vetture sportive di interesse storico. L'evento, organizzato dalla Pro Loco e dal Comune, assegnerà il prestigioso Memorial Luciano Miglioli.


Questo il programma su cui si articolerà la manifestazione, che interesserà la ridente Val Borbera: ore 08:30 iscrizioni, esposizione vetture e caffè in Piazza Regina Margherita a Rocchetta Ligure; ore 10:30 partenza, test di precisione e giro turistico di 44 km; ore 11:15 riordino con aperitivo in piazza a Garbagna; ore 12:45 arrivo in località Pallavicino e premiazione; ore 13:30 pranzo a buffet, sempre a Pallavicino, presso l’Albergo Ristorante ‘Stevano’.


Il raduno è riservato ad un massimo di 60 vetture partecipanti. Le iscrizioni si chiuderanno il 21 giugno: per info e/o adesioni si può inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure contattare gli organizzatori telefonicamente ai numeri 3406758678 e 3386702776. (16 giu.)

 


Oltre 1000 bicilindriche al Meeting Internazionale Fiat 500 di Garlenda

Il Fiat 500 Club Italia festeggia nel 2019 il suo 35° compleanno e quale migliore occasione per celebrare la ricorrenza del 36° Meeting Internazionale di Garlenda, in programma nei giorni 5-6-7 luglio? Le piccole bicilindriche sono, come sempre, attese numerosissime (oltre 1000) a Garlenda (SV), dove il Club – il più grande sodalizio di modello al mondo – ha la sua sede. In particolare, circa 200 equipaggi giungeranno dall'estero: non per niente, tutte le associazioni ed i gruppi di Cinquecentisti nel mondo (o di possessori di auto Fiat in generale) mettono il Meeting nel calendario degli eventi imperdibili e spesso organizzano la partecipazione di vere e proprie delegazioni.


Per rendere omaggio alla passione internazionale per la storica vetturetta, negli ultimi anni ogni edizione del Meeting è dedicata ad una “Nazione d'Onore”: nel 2019 sarà la verde Irlanda. L'importanza della partecipazione irlandese all'evento è stata sottolineata anche in occasione della Festa della Repubblica: il 30 maggio a Dublino, infatti, all'Ambasciata italiana c'erano le 500 del Club irlandese e il presidente onorario del Fiat 500 Club Italia – nonché direttore del Meeting – Alessandro Scarpa.


Viene riproposto anche quest'anno “Aspettando il Meeting”: dal 1° al 4 luglio sono in programma gite, degustazioni di eccellenze enogastronomiche, visite culturali ed intrattenimenti dedicati a quegli equipaggi, soprattutto da oltre confine, che giungono in zona con un certo anticipo rispetto al via ufficiale della manifestazione, animati dal desiderio di coniugare l'amore per i motori con il piacere di una vacanza.


Nell'anno del turismo lento, il Fiat 500 Club Italia (recentemente invitato ad intervenire ad un convegno sullo Slow Tourism ad Albenga) ribadisce la propria vocazione nel coniugare il motorismo storico con la scoperta del territorio all'insegna dello Slow Drive. Le escursioni ed in particolare il Grand Tour del sabato restano infatti un must del Meeting. Durante la manifestazione, venerdì 5 luglio, sarà posata ed inaugurata la piastrella del Fiat 500 Club Italia sul mitico Muretto di Alassio, che ospita, tra l'altro, contributi di celebrità quali Ernest Hemingway e la Nazionale di Calcio del 1982. (14 giu.)

 


La "Pontedecimo - Giovi" prende forma

C’è molto attesa, non solo negli ambienti liguri legati al motorismo storico, per l’edizione 2019 della rievocazione storica della "Pontedecimo - Giovi", un tempo significativa competizione automobilistica di velocità in salita ed oggi apprezzata manifestazione nazionale di regolarità auto storiche a calendario Asi. L’appuntamento è per il 21 e 22 settembre e sono attese una sessantina di auto storiche provenienti da tutta la penisola.


Il programma prevede l’arrivo a Genova presso l’hotel S.Biagio nella tarda mattinata di sabato 21. Dopo le verifiche gli equipaggi si sposteranno nel Centro di Genova, in Piazza Fontane Marose, dove le vetture verranno esposte al pubblico; contestualmente, i partecipanti invece andranno alla scoperta delle bellezze paesaggistiche dell’entroterra genovese a bordo dello storico “Trenino di Casella” con il quale raggiungeranno Sant'Olcese, dove è prevista una degustazione di prodotti locali. Quindi, sempre a bordo del Trenino storico, faranno ritorno a Genova per la cena a Palazzo Durazzo.


Domenica 22 la manifestazione entrerà nel vivo con le auto storiche chiamate a sfidarsi sui pressostati della regolarità. Con partenza alle 8.30 le "nonnette" affronteranno, con strada chiusa al traffico veicolare, la prima salita che da Pontedecimo porta al Passo dei Giovi; quindi si dirigeranno a Voltaggio e, attraverso il Passo della Bocchetta, raggiungeranno Campomorone per una nuova sosta riordino. A seguire scenderanno a Pontedecimo e affronteranno per la seconda volta, sempre con strada chiusa, la mitica salita che conduce al Passo dei Giovi. Consegnate le tabelle di marcia, scenderanno dal Passo e si fermeranno a Villa Orsi per il pranzo e le premiazioni. (12 giu.)

 


Le Fiat 500 pronte ad invadere Caserta

Il 22 e 23 giugno si terrà a Caserta un grande raduno di 500 organizzato dal Fiat 500 Club Italia. Si tratta di un evento al quale parteciperanno almeno 200 equipaggi provenienti da tutta la nazione. L'offerta dell'organizzazione prevede grande attenzione agli aspetti culturali e storici, con un programma che vuol fare del “cinquino” il mezzo attraverso il quale promuovere le eccellenze del territorio. Il tema di quest'anno è "A Corte in 500", con tanto di Dame vestite con abiti d'epoca. Sarà data enfasi alle "Vie della Seta", con visite guidate al Museo e alla fabbrica che ha fornito tessuti alle corti regali europee del '700 e '800.


Il sabato sera è prevista una cena di Gala a tema e nel foier del locale sarà allestita una mostra fotografica di Enzo Iamunno, che ha immortalato le cortigiane in sontuosi abiti d'epoca all'interno della 500 storica. La sala sarà allietata da suoni della tradizione campana. La domenica le auto la faranno da padrone, con una esposizione classica delle 500 partecipanti ed una dedicata al modello "Gamine" della carrozzeria Vignale. A tal proposito l'organizzazione ha lanciato un appello: "Quante Gamine a Corte?", una chiamata alle arti per stabilire il record di presenze che verrà attestato dai massimi esponenti del Fiat 500 Club Italia. (8 giu.)