Altri articoli...

Coppa delle Alpi al via da Brescia

La Coppa delle Alpi 2019, gara di regolarità ufficialmente inserita nel Campionato Italiano Grandi Eventi e prima invernale organizzata da 1000 Miglia Srl, la società che dal 2013 organizza la corsa della Freccia Rossa, è ai nastri di partenza con circa 50 vetture, costruite fino al 1976, che si sfideranno in 4 tappe lungo le Alpi di Italia, Austria, Germania e Svizzera. Domani, 4 dicembre, gli equipaggi partiranno da Brescia e, percorrendo il tratto panoramico della Gardesana, raggiungeranno la Val d’Adige per concludere la prima tappa con lo svolgimento delle prove speciali e la premiazione del Trofeo Bressanone: al primo trofeo legato alle città di tappa faranno seguito il Trofeo Seefeld per la seconda giornata e il Trofeo St. Moritz per la terza.


Alla partenza della seconda giornata di gara (giovedì 5 dicembre) le vetture faranno rotta verso Cortina d’Ampezzo dove sfileranno prima di dirigersi al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo per poi puntare il confine austriaco e arrivare a Seefeld nel pomeriggio: qui, nella centralissima Dorfplatz, è prevista la passerella di presentazione al pubblico. Durante la tappa le auto in gara saranno impegnate nel superamento di 3 passi alpini (Sella, Pordoi e Falzarego), una dura prova per la tenuta di equipaggi e mezzi.


I passaggi più suggestivi della terza tappa (venerdì 6 dicembre) da Seefeld a St. Moritz saranno i tratti iniziali verso la Germania, la zona dei laghi Schwangau e il Castello di Neuschwanstein, fino a raggiungere il caratteristico Lago di Resia. Nell’ultima giornata – la quarta, sabato 7 dicembre - le auto rientreranno in Italia passando dal lago di Livigno e dalla Cava di Montebello a Pontresina per concludere la gara nel centro di Ponte di Legno. In serata, suggestiva salita a oltre 2.500 metri per la cerimonia di premiazione nello scenario unico del ghiacciaio Presena al Passo del Tonale.


Tra le vetture partecipanti alla gara vi sono alcuni modelli di grande valore storico come l’Alfa Romeo 8C 2300 del 1932 condotta dall’equipaggio olandese van Haren - Hendriks e la FIAT 514 Coppa delle Alpi, sempre del 1932, guidata dai bresciani Pietta – Lazzarini. Da non perdere il passaggio della storica auto inglese Lagonda M45 Rapide del 1935 condotta dai tedeschi Siegried Gronkowski e Sascha Haarbach e dell’l’Alfa Romeo 1750 GT Zagato del 1931 degli olandesi Van Gerwen - Van Ingen così come da ammirare l’Aston Martin DB2 del 1951 di Michel Decremer e Marie Claire Mar-tens dal Belgio.


Grazie alla vittoria ottenuta nel Trofeo Franciacorta Outlet Village 1000 Miglia Preview che ha messo in palio la partecipazione alla Coppa delle Alpi 2019, Andrea Belometti e Doriano Vavassori saranno al via con la vettura numero 1, una Fiat 508 C del 1937. In conformazione rally parteciperà la Ford Escort MK1 del 1973 degli svizzeri Hug e Frye-Hammel-mann. I concorrenti primi classificati assoluti e i vincitori dei tre Trofei delle città di tappa Bressanone, Seefeld e St. Moritz riceveranno la garanzia di accettazione alla 1000 Miglia 2020. (3 dic./ph tratta da Facebook)

 


Il rally "Giro dei Monti Savonesi Storico" promosso anche dal pubblico

"Regolarità Sport Infinity" a Massimo e Matteo Migliore (Opel Kadett Gte)


Non sono stati solo i concorrenti a promuovere a pieni voti la 1^ edizione del rally "Giro dei Monti Savonesi Storico", andato in scena lo scorso fine settimana ad Albenga con l’organizzazione della Asd Sport Infinity. Anche il pubblico - accorso numeroso nel centralissimo Largo Doria, luogo di partenza e di arrivo della gara e, malgrado le avversità meteorologiche, sulle strade delle prove speciali ed ai due riordini effettuati nel Comune di Massimino - ha accolto con grande entusiasmo ed interesse questo nuovo rally, che ha risvegliato sia nella cittadinanza ingauna, che da anni attendeva un'iniziativa del genere, che negli appassionati liguri quella mai nascosta voglia di vedere e, soprattutto, sentire, le vetture che hanno scritto pagine memorabili della storia di questa disciplina.


In sede di premiazione finale, il "Giro dei Monti Savonesi Storico" ha assegnato, inoltre, altri due importanti premi. Il primo era abbinato al "Trofeo delle Lancia Fulvia n° 14" ed è andato alla vettura numero 33 dei sanremesi Dino Gabbiani e Melita Siri, terzi del 2° Raggruppamento e premiati con uno speciale riconoscimento messo in palio da Officina Ratto e Superemme di Marco Morandi.


L'altro, invece, era una sorta di challenge che coinvolgeva tutte le Classi con almeno 5 auto della stessa marca e dello stesso modello: l'unica a soddisfare tali requisiti è stata quella del 3° Raggruppamento, Periodo I, Gruppo 2, fino a 1150 cc., ricca di ben 8 Fiat 127. Lo ha vinto l'equipaggio della Val Bormida formato da Valtero Gandolfo e Marco Torterolo, che sono giunti addirittura secondi del 3° Raggruppamento ed hanno ricevuto in premio l'iscrizione gratuita all'edizione 2020 della gara.


Al rally "Giro dei Monti Savonesi Storico" era, inoltre, abbinata una gara di regolarità sport denominata "1^ Regolarità Sport Infinity", che ha visto al via 8 vetture, 7 delle quali sono giunte al traguardo. L'ha vinta l'equipaggio veneto formato da Massimo e Matteo Migliore, nella vita di tutti i giorni padre e figlio, sulla Opel Kadett Gte (8^ Divisione, ph) iscritta dal Team Bassano con 176 penalità; secondo posto per i coniugi albenganesi Massimo Romano e Cristina Anselmo (Peugeot 205 Gti - 9^ Divisione) con 269 penalità e terzo per la "Gregorelli family", Domenico e Barbara, padre e figlia, (Lancia Fulvia Coupé - 4^ Divisione) con 286 penalità. Tutte le info e le classifiche della gara sul portale www.girodeimontisavonesistorico.it. (21 nov./ph N. Rettagliati)

 


Il 1° rally "Giro dei Monti Savonesi Storico" alla Toyota Celica di Mano - Aivano

Da anni frequentatore dei rally storici, l’albese Sergio Mano, in coppia con Flavio Aivano ed al volante della Toyota Celica St 165, si è aggiudicato la 1^ edizione del rally "Giro dei Monti Savonesi Storico", disputato ieri ed oggi ad Albenga con l’organizzazione della Asd Sport Infinity. Meritato il successo del quarantanovenne portacolori della Meteco Corse che, dopo aver chiuso la prima tappa in quarta posizione - alle spalle delle Bmw M3 dei locali Manuel Villa – Daniele Michi, primi leader del rally e oggi ritirati per noie al motore, e di Gabriele Noberasco – Fulvio Gangi e della Lancia Stratos di Mauro Sipsz – Monica Bregoli, anche loro oggi fermi per una toccata - nella frazione odierna, avvantaggiato anche dalle condizioni del fondo stradale favorevoli alle quattro ruote motrici della sua Toyota, ha fatto sue tre delle cinque prove speciali disputate, successi parziali con cui prima è balzato al comando della gara e poi ha gradatamente aumentato il vantaggio finale nei confronti dei rivali.


Alle spalle del vincitore, staccata di 31”, un’altra vettura a 4rm, la Lancia Delta Integrale 16v di Renzo e Alice Grossi, nella vita di tutti i giorni padre e figlia: la coppia locale, oltre ad aver conquistato un successo in una prova speciale, ha mostrato notevolmente i muscoli agli avversari finendo poi per riconoscere la superiorità di Mano. Terza posizione finale per l’atteso locale Gabriele Noberasco, al via con una Bmw M3 (Team Bassano) e con Fulvio Gangi alle note: 1’13”0 il distacco dal vincitore del popolare “Odeon”, che ha avuto un ruolo importante nella rinascita di questo rally e che oggi ha patito le condizioni del fondo stradale, non favorevoli ad una “tutto dietro” come la sua vettura.

 

Il quarto ed il quinto posto della graduatoria assoluta finale sono andati a Paolo Vigo – Matteo Canobbio (Peugeot 309 Gti 16v – Alma Racing) e a Stefano Politano – Luca Santi (Lancia Delta Integrale 16v – Xrt Scuderia), che sono giunti, rispettivamente, a 2’28”4 e a 2’49”9 dai vincitori. Hanno concluso la gara 36 dei 54 equipaggi ammessi alla partenza. Mano si è imposto nel 4° Raggruppamento, il 3° ha visto il successo dei savonesi Roberto Amerio – Enrico Piovano (Vw Golf Gti), giunti sesti assoluti, il 2° nel finale è stato conquistato dalla Porsche 911 Rs (Scuderia dei Rododendri) di Maurizio Pagella – Roberto Brea, ottava forza della gara, mentre il 1° è andato alla Porsche 911 S (Scuderia dei Rododendri) di Antonio Parisi – Giuseppe D'Angelo, dodicesimi assoluti.


In sede di premiazione sono stati consegnati alcuni premi speciali. Il Memorial “Alessandro Leonardo Bracco”, messo in palio dal Marshal Rally Savona, l’Associazione degli Ufficiali di gara, e destinato al pilota più veloce nella prova speciale "Il bosco di Babbo Natale" (km 11,32), da loro gestita, è stato assegnato a Sergio Mano, che l’ha vinta in entrambi i passaggi. Il Memorial “Dario Fadini”, destinato al miglior giovane classificato con licenza dell’Ac Ponente Ligure, è andato a Matteo Tognetti, giunto ventesimo assoluto. Tutte le info e le classifiche della gara sul portale www.girodeimontisavonesistorico.it. (17 nov./ph Nicolas Rettagliati)

 


Il 1° rally "Giro dei Monti Savonesi Storico" richiama 62 equipaggi

Qualità nei 62 equipaggi (54 per il rally e 8 per la gara di Regolarità Sport) che hanno dato la loro adesione alla prima edizione del "Giro dei Monti Savonesi Storico", in programma sabato e domenica ad Albenga con l'organizzazione della ASD Sport Infinity. C'è Gabriele Noberasco, con una BMW M3, che vinse le edizioni 1981 e 1993 della serie precedente del rally e che è stato il principale promotore di questo nuovo evento. C'è suo nipote Manuel Villa, con una berlina analoga, che nel 2003 siglò l'ultimo atto di quella gara. C'è Mauro Sipsz, con una interessante Lancia Stratos, e c'è Maurizio Rossi, l'imprenditore televisivo genovese, che per l'occasione ha rispolverato l'Alfetta Gtv 2.5 con cui vinse il Trofeo Italia Nord nel 1985.


E, tra coloro che proveranno a ritagliarsi un posto tra i protagonisti principali del rally "Giro dei Monti Savonesi Storico" ci sono anche il locale Dario Bigazzi, al via con una Ford Sierra Cosworth 4x4, e abituali frequentatori della serie "tricolore" riservata alle auto storiche quali Sergio Mano (Toyota Celica St 165), il sanremese Maurizio Pagella (Porsche 911Rs), il biellese Nicola Salin, con una 911 S, e il genovese Michele Dimarco (Fiat 127). Con loro, tanti altri piloti, liguri e non, anche non abituali frequentatori dei rally storici, che non hanno voluto mancare a questo appuntamento, "Queste adesioni ci rendono contenti - osserva Domenico Salati, Presidente dell'Asd Sport Infinity - ma quello che ci dà più soddisfazione è che una buona metà dei piloti iscritti è ligure: vuol dire che, con questo nuovo rally, siamo riusciti a creare nuovi stimoli ai nostri praticanti regionali, che non sono rimasti insensibili al fascino di una gara che mancava".


Dopo la sfida sui kart, sulla Pista di Albenga, tra i piloti iscritti prevista domani, venerdì, dopo le ricognizioni ufficiali, il programma del "Giro dei Monti Savonesi Storico" prevede, sabato mattina, le verifiche tecnico - sportive, con colazione offerta dalla ditta Noberasco, e, nel pomeriggio, alle ore 15:30, la partenza da Largo Doria, dove i concorrenti faranno ritorno verso le 19 dopo aver effettuato le prime due prove speciali della gara, entrambe su "Caso" (km 10,05): al termine della tappa d'apertura, tutti al Frantoio Sommariva per un gustoso aperitivo. Il rally ripartirà, con i concorrenti riordinati in ordine di classifica, domenica mattina alle ore 07:00, sempre da Largo Doria: gli equipaggi affronteranno altre cinque prove speciali, alternate sui tratti denominati "Scravaion" (km 10,16) e "Il bosco di Babbo Natale" (km 11,32), nei pressi del Comune di Massimino, dove sono previsti due riordini, durante i quali l'Amministrazione comunale offrirà ai partecipanti prima la colazione e poi il pranzo. Arrivo finale, sempre in Largo Doria, alle 15:41.


Percorso, dettagli ed altre info della gara sul portale www.girodeimontisavonesistorico.it. (14 nov./ph: Gabriele Noberasco al volante della Opel Ascona con cui vinse la gara nel 1981)

 


"Giro dei Monti Savonesi Storico": i genovesi al via

In attesa della pubblicazione dell'elenco degli iscritti della prima edizione del rally "Giro dei Monti Savonesi Storico", prevista per domani mattina, le scuderie genovesi hanno fatto conoscere i nominativi degli equipaggi con cui, sabato e domenica prossimi ad Albenga, saranno al via della gara orgabizzata dalla Asd Sport Infinyty.


Racing for Genova Team - Il sodalizio diretto da Raffaele Caliro sarà in lizza con due equipaggi: Sandro Rossi - Bruno Banaudi (Fiat 127 Gruppo 2) e Parodi - Parodi (Renault R5 Gt Turbo Gruppo N). Non sarà della partita, invece, l'esperto Gabriele Zicari, per un problema meccanico dell'ultima ora alla Fiat Uno turbo i.e. Gruppo A Classe J2 con cui si sarebbe presentato al via.


Lanterna Corse Rally Team - Un equipaggio ad Albenga per la scuderia presieduta da Pierluigi Sforzini, quello formato da Marco Cotugno e Carola De Santis, che saranno in gara con una Peugeot 205 Gti 1.9 (ph). La stessa vettura che sarà utilizzata da Cotugno è stata portata al successo lo scorso weekend in terra francese, al Rally Haut Pays Nicoise storico, da Stefano Comando con Federico Capilli alle note.


Sport Favale 07 - Ci sarà anche un equipaggio portacolori del sodalizio di Favale di Malvaro al via del "Giro dei Monti Savonesi Storico", quello formato in gara Mattia Delfino e Jessica Femia che saranno in gara con una Opel Corsa Gsi 1.6 messa a loro disposizione dalla Ru.Ma. Motorsport.


Winners Rally Team - Un equipaggio genovese a difesa dei colori della scuderia torinese sabato e domenica ad Albenga: è quello formato da Michele Di Marco e Francesco Zambelli, pronti a ben figurare con la loro Fiat 127 Gruppo 2. (13 nov.)