Altri articoli...

Il “Carmagnola storico” scalda i motori

Conto alla rovescia per il Rally Storico di Carmagnola, in calendario per venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre: iscrizioni aperte dall’1 al 27 agosto. A dieci anni dall’ultima volta, la gara organizzata dallo Sport Rally Team di Piero Capello torna quest’anno, eccezionalmente in versione storica, in concomitanza con la Fiera nazionale del peperone di Carmagnola (Torino), in programma dal 31 agosto al 9 settembre, che è una delle più grandi manifestazioni urbane in Italia, oltre che la maggiore singolarmente dedicata a uno specifico ortaggio.


Gli equipaggi potranno concorrere, a seconda del tipo di vettura e delle aspirazioni agonistiche, in una delle tre specialità in cui è articolata la gara, “rally storico”, “All star”, oppure “regolarità sport”. Sarà questo anche l’ordine con il quale il pubblico li vedrà sfilare sulle strade del “Carmagnola” che fu. L’evento coinvolgerà direttamente i comuni di Ceresole, Monteu Roero, Montà, Cellarengo, Pralormo e Poirino, teatro delle 4 prove speciali: “Sarà un rally molto compatto. Infatti – anticipa l’organizzatore Piero Capello – in circa 170 chilometri di percorso sono racchiuse le quattro ps, ciascuna da ripetere due volte, per un totale di 80 chilometri cronometrati”.


Partenza e arrivo, come un tempo, in piazza Italia. Via alle ore 9 di sabato 1° settembre, arrivo della prima vettura in pedana poco dopo le 17, con premiazione a seguire. Due i riordini intermedi, a Monteu Roero e a Poirino. I preliminari scatteranno sabato 25 agosto, quando in mattinata inizierà la consegna dei road-book ai concorrenti (che proseguirà nei giorni successivi) e si svolgerà la prima delle due sessioni di ricognizioni autorizzate (ore 9-16; la seconda venerdì 31 agosto ore 9-14). Le verifiche tecniche e sportive ante gara si svolgeranno in piazza Italia a Carmagnola alla vigilia, fra le 17 e le 20,30 di venerdì 31 agosto.


Il primo rally di Carmagnola si svolse nel maggio 1982, e fu vinto da Menes - Cianci su Ferrari 308 Gtb (nella ph, dalla rete, al 4 Regioni 1982); l’ultimo, il ventisettesimo, nel giugno 2008, con vittoria dei coniugi Borsa - Berra su Peugeot 207 Super 2000. (8 ago.)

 


Il Raid dell’Etna è già in rampa di lancio

A fine settembre la 21^ edizione del Raid dell’Etna accoglierà in Sicilia le auto più belle che dopo essersi riunite come da tradizione a Palermo per la partenza, toccheranno,  successivamente, alcune delle località più belle dell’isola regalando uno spettacolo straordinario dal punto di vista motoristico e paesaggistico per chi vi assiste e chi vi partecipa. La manifestazione internazionale riunisce equipaggi provenienti da diverse nazioni in un itinerario di oltre 1000 km, alla scoperta di luoghi inediti e affascinanti, residenze nobiliari esclusive, per un’esperienza unica di viaggio e di piacere. Protagoniste assolute le leggendarie vetture d’epoca antecedenti al 1969. Storiche e moderne invece le Porsche  alle quali viene dedicato un tributo speciale.


Il via ufficiale sarà dato a Palermo, domenica 23 settembre, dalle ore 22, per poi partire alla volta di meravigliosi luoghi, città e località come Monreale, Castellammare del Golfo, Segesta, Mazara del Vallo, Erice, Trapani, Selinunte, Marsala, Pergusa, l’Etna e Catania. E proprio a Catania verranno assegnati i trofei più attesi: il “Trofeo Eberhard & Co.” e quelli assegnati per la “Coppa delle Dame Eberhard & Co.”, rappresentati da 3 bellissimi orologi da tavolo “Tazio Nuvolari Desk Clock”. I premi andranno uno all’equipaggio vincitore assoluto e due alle vincitrici della prova dedicata alle  sole signore che si terrà dopo l’arrivo - sfilata a Catania in Piazza Università.

 

Come riscontrato, è immancabile la presenza di Eberhard & Co., player di riferimento nel mondo delle auto d’epoca, che con i propri orologi, in qualità di Partner  e Official Timekeeper dell’evento, accompagnerà i concorrenti lungo il percorso presentando le proprie novità e assegnando i premi più ambiti alla fine di un percorso davvero unico. (25 lug.)

 


Festa di motori e sirene a Mezzanego

Ci sarà da divertirsi, oltre che da rifarsi gli occhi, domani a Mezzanego, il ridente comune dell’entroterra chiavarese. Dove, con l’organizzazione della locale Sezione della P.A. Croce Bianca Rapallese e la fattiva collaborazione dell’Alfa club Il Quadrifoglio di Sestri Levante, si svolgerà la prima edizione del raduno denominato “Motori e Sirene in festa”.


La manifestazione, che si avvale del patrocino del Comune di Mezzanego e del supporto di Regione Liguria, Omp e Audisio & Benvenuto Racing, oltre a musica e buona cucina casalinga basata su piatti tipici locali, prevede per l’intera giornata l’attesa esposizione di veicoli d’epoca, moderni e sportivi. (14 lug.)


500, concluso il 35° Meeting Internazionale di Garlenda

Grande finale questa mattina per i partecipanti del 35° Meeting Internazionale di Fiat 500 Storiche con la parata delle regioni e delle nazioni: 881 partecipanti e 16 nazioni rappresentate per la festa dedicata alla bicilindrica simbolo del made in Italy. Un’esperienza che lascia il segno ed entra nel calendario personale dei cinquecentisti quale appuntamento irrinunciabile.


Da venerdì 6 ad oggi, domenica 8 luglio, i cinquini hanno riempito le strade di costa ed entroterra. Anzi, già da lunedì 2 luglio i bicilindrici hanno fatto udire il loro inconfondibile rumore nel ponente ligure, nell’ambito di “Aspettando il Meeting” – novità 2018 – un programma di escursioni, visite guidate a borghi suggestivi, aperitivi e cene con prodotti locali. Un modo per coniugare territorio e motorismo storico, festeggiando tra l’altro i 50 anni della popolarissima versione L e i 60 della rara Sport. Tra un omaggio all’Ungheria (nazione d’onore 2018) e un pensiero all’impegno del Fiat 500 Club Italia in campo solidale (come testimonial Unicef e sostenitore della Band degli Orsi dell’Ospedale Gaslini di Genova) si sono succeduti momenti di divertimento e di approfondimento, riassunti nel grande show del sabato sera. Presente anche la Polizia Stradale, nell’ideale proseguimento della collaborazione sul tema della lotta ai comportamenti scorretti sulle strade che ogni maggio dà vita alla “Settimana dell’Educazione Stradale – Crescere Sicuri”.


Dodici i Comuni complessivamente toccati nel corso di questa settimana di vero Festival di Motori&Turismo: Alassio, Albenga, Laigueglia, Cosio d’Arroscia, Pieve di Teco, Vessalico, Castelvecchio, Castelbianco, Zuccarello, Ceriale, oltre naturalmente a Garlenda e Villanova d’Albenga, dove questa mattina si è svolta la parata all’Ippodromo dei Fiori, con tanto di brindisi di spumante servito dai sommelier della Delegazione di Savona dell'A.I.S. Liguria.


Tra i momenti culturali, anche l’inaugurazione di “Una Tavolozza di 500”, collettiva di pittura con quadri provenienti da tutta Italia; ospite d’onore una scultura in alluminio dell’artista francese Stéphane Cipre. La mostra resterà visitabile sino al 29 settembre 2018 negli orari di apertura del Museo Multimediale della 500 “Dante Giacosa”.


La manifestazione è stata supportata da prestigiosi sponsor quali Allianz, Bardahl, A2A, Rhibo, Asti Spumante DOCG, Aquapark Le Caravelle. (8 lug.)

 


La Fiat 500 ha compiuto 61 anni!

Festa grande, ieri, al Museo Dante Giacosa di Garlenda per il  61° compleanno della mitica Fiat 500. Presenti una sessantina di cinquecentisti giunti da ogni parte del mondo per partecipare agli eventi organizzati nell'ambito del più grande raduno dedicato a quest'auto, il 35° Meeting Internazionale, che si terrà a Garlenda da domani a domenica, 8 luglio.


Il presidente fondatore Domenico Romano ed il direttore del Meeting Internazionale, Alessandro Scarpa, hanno accolto il pubblico con un discorso di benvenuto, ricordando i natali della beniamina e la strada percorsa sino ad ora, tra eventi e successi che hanno trovato posto nel cuore di tutti noi. Al termine dell'incontro, arricchito dalla proiezione di filmati storici, si è tenuto il classico taglio della torta, con tanto di candeline e canzone di Buon Compleanno cantata in coro.

 

Tra coloro già presenti a Garlenda ci sono 500 arrivare dalla Germania, dall'Olanda, dal Belgio, dalla Francia, dalla Repubblica Ceca ed anche dall'Ungheria, ospite d'onore dell'edizione di quest'anno. Una targa di riconoscimento è stata consegnata al socio del Fiat 500 Club Italia Renato Andolfato, classe 1934, immancabile presenza agli eventi più significativi, inclusi gli innumerevoli viaggi all'estero per partecipare ai raduni in Europa insieme alla moglie Cinzia. La festa di compleanno è stata trasmessa in diretta sulla pagina facebook del Fiat 500 Club Italia ed è stata visualizzata da diverse decine di centinaia di persone, ricevendo i complimenti e gli auguri anche da nazioni molto lontane, fino alla Costa Rica.


Prima del tradizionale taglio della torta, un breve ricordo della storia della 500. “Era il 4 luglio 1957 quando sfilasti per la prima volta per le vie di Torino, profumata di fabbrica, pronta ad affrontare la tua missione: motorizzare gli Italiani. Capolavoro di design, di ingegneria e di marketing, nonostante un debutto non brillante, conquistasti via via una nazione che aveva fame di motori e di tutti gli altri prodotti del benessere. L’anno dopo, il 1958, avevi già una versione che strizzava l’occhio agli appassionati di corse: la Sport, con l’inconfondibile banda rossa sulla fiancata. Ma del resto, le tue imprese in campo sportivo stavano convincendo gli automobilisti che potevi fare di più che accompagnarli al lavoro, a sbrigare le commissioni o, al massimo, spingerti fuori città per qualche gitarella domenicale. Dieci anni dopo, ecco la versione L, ovvero “Lusso”, dagli interni più curati ed accessoriati e, udite udite, i sedili ribaltabili! Un successo che ti regalò altri anni di gloria, prima di arrivare, nel 1975, all’apparente fine del tuo percorso. Ma nel 1984, in un paesino ligure, ecco una manifestazione a te dedicata… e poi un Club, che oggi è il più grande sodalizio di modello al mondo!”. (5 lug.)