Altri articoli...

“Montepremi Organizzatori”: premiazione al Kartodromo di Savignone

Quattro appuntamenti all’interno del calendario Coppa Italia Rally 1^ zona. L’idea di rendere maggiormente attraente questa serie con un montepremi importante, che ha superato in totale i trentamila euroe con la collaborazione diretta di Michelin. Elementi che hanno contribuito alla riuscita di questa iniziativa partita dalla joint venture fra gli organizzatori delle gare a calendario (Alba, Lanterna, Cuneesi e Rubinetto). Ora è arrivato il momento delle premiazioni che si svolgeranno venerdì 15 dicembre alle ore 20 presso il Kartodromo di Savignone (GE), “passerella” che sarà seguita da un apericena.


Una prima edizione che ha registrato una buona risposta anche da parte dei piloti. Una stagione che ha visto la supremazia netta del cuneese Alessandro Gino, vincitore a bordo della Ford Fiesta Wrc dei primi tre appuntamenti (Alba, Lanterna e Valli Cuneesi). La leader ship perentoria di Gino non ha tuttavia diminuito l’interesse per questa serie in cui il valenzano Davide Riccio, in gara su una Fiesta R5, ha concluso alle spalle del cuneese grazie al quinto posto ottenuto nell’ultimo appuntamento, al Rally del Rubinetto, che è valso al pilota Ford il punteggio massimo nella classifica del Montepremi e il successo nel secondo Raggruppamento e nella speciale classifica riservata ai clienti Michelin. Risultato che ha permesso, inoltre, a Riccio di mantenere le distanze dal genovese Alberto Biggi il quale, anch’egli sulla Ford Fiesta, ha concluso in terza posizione. Il savonese Francesco Aragno (ph) ha chiuso alle spalle dei primi tre ma ha conquistato il podio nel secondo Raggruppamento chiudendo terzo.


Degni di nota i successi di Carlo Camere sulla Citroën C2 nel terzo raggruppamento, di Vincenzo Torchio vincitore del quarto Raggruppamento sulla Citroën Saxo, e di Roberto Gobbin a bordo della Fiat Panda nel quinto. Nella serie promossa da Michelin, oltre al successo assoluto di Davide Riccio, da segnalare il secondo posto di Vincenzo Torchio e la terza posizione di Gobbin. Fra i vincitori di raggruppamento si segnalano ancora Carlo Camere e Vincenzo Torchio primi rispettivamente nel terzo e nel quarto. Tutte le classifiche su www.coppaitaliazona1.it (4 dic.)

 


“Il grande salto” di Vanni Oddera

Mercoledì prossimo, 29 novembre, alle ore 18, presso LibrerieCoop al Porto Antico di Genova e con l’organizzazione di AB Eventi, il campione di Freestyle Motocross presenterà il proprio libro "Il grande salto" ("come ho capito che l’amore per gli altri rende felici"), edito da Ponte alle Grazie.


In questo libro il savonese Vanni Oddera racconta la sua storia, quella di un bambino selvatico e sgraziato, che preferisce la solitudine e l’amicizia degli animali a quella dei coetanei. Un rapporto privilegiato con il nonno, suo maestro e complice, e un profondo legame con il bosco, unico luogo di libertà e armonia. Una «vita spericolata» fin dall’infanzia e dall’adolescenza, sempre alla spasmodica ricerca di un confine da superare, di una regola da infrangere. Questo è Vanni, e questo il suo grande sogno: saltare l’ostacolo, colmare il vuoto insopportabile che è dentro ognuno di noi. La sua è una vita fatta di slanci e rovinose cadute, da cui però sa sempre rialzarsi, mosso da un coraggio e un’energia più forti di qualunque limite. E questo è il suo racconto, frenetico e commovente. Vanni Oddera, campione mondiale di Freestyle Motocross, non è solo il protagonista di spericolate evoluzioni in sella alla sua moto, ma un uomo trasparente che non si vergogna dei propri difetti ed eccessi, e che sa donarsi agli altri con estrema generosità: è la «droga dell’amore del mondo», la felicità di regalare «il vento in faccia» a qualcuno che non ha mai provato una simile ebbrezza. Quel bambino solitario e insofferente ha vinto la sua gara, spazzando via ogni barriera, cancellando la paura. E non ha mai smesso di volare.


Vanni Oddera è nato nel 1980 a Pontinvrea, un paese tra Genova e Savona. A scuola non andava bene perché preferiva giocare e correre nei boschi dove ha conosciuto il suo primo amico, il cinghiale Scheggia. Il suo sogno era possedere una motocicletta, con i primi soldi guadagnati se ne è comprata una, e la sua vita è cambiata. In breve tempo è diventato campione di Freestyle Motocross e dal 2009 ha cominciato a condividere questa sua grande passione attraverso la mototerapia , esibizioni di motocross acrobatici dove bambini disabili, portatori di handicap, malati oncologici, persone in carrozzella possono provare l’euforia di salire in sella col campione: un progetto volto a regalare emozioni e adrenalina a chi sembrerebbe destinato a non provarle. (26 nov.)


La Ronde Colli del Monferrato promette spettacolo

“Abbiamo scelto una prova speciale storica per questo territorio e siamo sicuri che attirerà numerosi equipaggi”. Parole e musica di Moreno Voltan, da anni al timone dell’organizzazione firmata Vm Motor Team, che si prepara a mettere in campo la ventesima edizione della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato. La classica astigiana è in programma a Moncalvo nel weekend del 18-19 novembre e sarà l’ultima occasione per vedere in gara le vetture WRC in Piemonte nel 2017. Dall’organizzazione trapelano alcune news, che confermano la presenza di un parco auto di prim’ordine e di qualche pilota straniero: per conoscere i nomi dei protagonisti bisognerà attendere ancora qualche giorno ma è certo che la Ronde Colli del Monferrato e del Moscato offrirà ai tanti appassionati presenti un grandissimo spettacolo.


Il teatro del duello sarà la prova speciale “I Poggi”, accuratamente rivista e modificata per essere adattata alla tipologia della Ronde, che prevede quattro passaggi dei concorrenti sul medesimo settore cronometrato. “La prova speciale è in gran parte ricavata da una strada provinciale, quindi premierà la guida pulita e le migliori traiettorie faranno la differenza. Come sempre cerchiamo di proporre un percorso tecnico e selettivo, in modo che i migliori piloti possano mettersi in evidenza” – ha rilevato ancora Voltan, che ha successivamente illustrato una “Go Area” riservata al pubblico nell’abitato di Scurzolengo, che sarà posizionata in corrispondenza di un rallentamento artificiale. La prova proseguirà poi in direzione Castagnole, dove si trovano due dossi dall’alto tasso adrenalinico, poco prima del termine.


Per questa edizione gl organizzatori hanno deciso di puntare sulla logistica e, in particolare, alla sistemazione inedita del riordino e del parco assistenza, che troveranno spazio presso lo stabilimento Fassa Bortolo di Calliano, una sede che faciliterà l’accesso dei mezzi, del pubblico e degli addetti ai lavori, vista la vicinanza con il casello autostradale. La cittadina di Moncalvo però resterà il cuore pulsante della manifestazione, ospitando la partenza, l’arrivo ed il quartier generale della Ronde. (10 nov.)



Scatta in Val d’Orcia il Challenge Rally Terra Raceday

Successo clamoroso di iscritti al Rally della Val d’Orcia (circa 120) in programma sabato e domenica a Radicofani e valido quele prova d’apertura del Challenge Rally Terra Raceday e quale ultimo atto del Campionato Italiano Rally Terra Ronde Terra. Il rally sulle colline senesi, organizzato con successo e soddisfazione da Scuderia Balestrero e dalla locale Radicofani Motorsport si preannuncia molto combattuto e propone un percorso rivoluzionato rispetto alle ultime edizioni. L’edizione 2017 del Rally della Val d’Orcia avrà le stesse prove, ma effettuate in senso inverso. Le speciali saranno Radicofani di Km. 11,46 e San Casciano dei Bagni di Km. 6,48 che saranno ripetute tre volte per un totale di 53,82 km cronometrati su un percorso globale di Km. 178,83.

 

La suggestiva piccola Piazza S. Pietro di Radicofani ospiterà la sede della partenza prevista sabato alle ore 19.01 da dove prenderà il via ufficialmente la prima vettura per una coreografica passerella serale a cui seguirà il riordino notturno previsto nella Zona Artigianale della Val di Paglia. La gara vera e propria inizierà domenica 29 ottobre con l’uscita dal lungo riordino notturno alle ore 8.31, ingresso in Parco Assistenza e partenza della prima vettura. Arrivo finale sarà a Radicofani nella piazza San Pietro alle 16.00 della domenica con premiazione sul palco d’arrivo. Lo scorso anno si aggiudicò la gara portando così a cinque i successi al Rally della Val d’Orcia il trentino Alessandro Taddei affiancato da Andrea Gaspari su Ford Focus WRC, alle sue spalle altro pilota trentino Cobbe con alle note Turco sempre su Ford Focus WRC, mentre Hoelbling con Grassi aveva guadagnato il terzo gradino del podio con la Skoda Fabia R5.


Tre i piloti liguri al via del rally toscano, tutti savonesi. Si tratta di Francesco Rocchieri, in gara con Li Greci e la Subaru Impreza N4 (Sport Management), Luca Garra, in lizza con Marco Torterolo su Renault Clio R3C (ph) e con i colori della Meteco Corse, e Domenico Ramoino, al via con Russo e al volante della Suzuki Swift R1B (Meteco Corse). (25 ott.)


Tante novità per la 20^ Ronde Colli del Monferrato e del Moscato

Iscrizioni aperte alla 20^ edizione della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, in programma a Moncalvo domenica 19 Novembre. La manifestazione targata VM Motor Team, ormai una classica di fine stagione, è pronta a rifarsi il trucco ed a proporre interessanti novità, specialmente sul piano logistico.


Una delle notizie più interessanti riguarda il format di gara, che, dopo il Rally Day del 2016, tornerà alla Ronde, ovvero una competizione articolata su una sola prova speciale, da ripetere quattro volte, aperta a tutti i tipi di vetture. Per la grande felicità del pubblico torneranno quindi le WRC, la massima espressione della tecnologia applicata alle auto da Rally, insieme alle altre categorie “top” R4, R5, K11 ed A8.


Confermata la storica ed accogliente sede di Moncalvo; la bella cittadina tra le colline astigiane ospiterà, come nelle passate edizioni, il quartier generale del Rally, la partenza e l’arrivo, compresa la cerimonia di premiazione. Ancora top secret il percorso, che però il patron Moreno Voltan, ha definito già da tempo, insieme ai suoi preziosi collaboratori: “Proporremo – osserva - una prova speciale storica per il rallysmo astigiano, leggermente ritoccata, ma sempre molto appetibile per i piloti.


Il programma è partito ufficialmente venerdì 20 Ottobre con l’apertura delle iscrizioni, che termineranno lunedì 13 novembre. Il resto degli appuntamenti sarà condensato nel weekend di gara, con la giornata di sabato dedicata alle verifiche ed alle ricognizioni. Confermata la sede delle verifiche sportive, nella Torre del Castello di Moncalvo, mentre le verifiche tecniche troveranno spazio presso lo stabilimento Fassa Bortolo di Calliano, che ospiterà anche il parco assistenza.


Importanti migliorie senza stravolgimenti, secondo una politica che sta portando la VM Motor Team Voltan al vertice tra gli organizzatori piemontesi, come testimonia il sempre maggiore gradimento da parte degli equipaggi. Lo scorso anno trionfarono Bocchio - Mancini (ph), mentre nel 2015, ultima edizione con il format della Ronde, la gara andò a Simone Miele.