Altri articoli...

La Coppa Italia - 1^ Zona si chiuderà con il “Rubinetto”

Attesa per i 25 anni della corsa novarese, valida per la Coppa Italia ed il trofeo Pirelli di 1^ Zona.


Il Rally del Rubinetto si appresta a festeggiare i suoi primi venticinque anni e per celebrare al meglio la ricorrenza, gli uomini della Pentathlon Motor Team, coadiuvati dalla New Turbomark, sono al lavoro per arricchire un evento che già nelle recenti edizioni ha fatto parlare di se in toni molto positivi. La corsa si disputerà tra sabato 29 e domenica 30 settembre prossimi e diversamente dagli ultimi anni, abbandonerà il paese di Pella per accentrare tutte le fasi logistiche in quel di San Maurizio d’Opaglio. Il centro sportivo Al Più Sport è stato individuato come nuovo quartier generale nel quale saranno ospitati direzione gara, centro classifiche e sala stampa. Sempre a San Maurizio la partenza cambierà locazione con l’area industriale Pettinaroli che sarà teatro delle cerimonie iniziali.


New entry importante sarà la prova speciale Città di Borgosesia che sostituirà la Orlonghetto corsa un anno fa. Questo sconfinamento provinciale amplierà ulteriormente il raggio di azione della gara che nella giornata di sabato vedrà percorse quattro prove. Si comincerà dalla “Gianni Piola” che si disputa sull’ormai consolidata speciale di Coiromonte e la Città di Borgosesia, appunto, sul tratto Piello-Caneto; le speciali verranno ripetute due volte prima del riordino notturno. Domenica 30 settembre spazio al tris ampiamente collaudato e cioè Valduggia, Prelo e Mottarone che, con la loro ripetizione, porteranno a 88 i chilometri totali di gara. Le iscrizioni si apriranno il prossimo 30 agosto e chiuderanno il 24 settembre.


Anche per il 2018 gli organizzatori piemontesi di comune accordo hanno istituito il Trofeo Pirelli, grazie al particolare apporto del costruttore di pneumatici milanese. La partecipazione alle gare di Zona 1 darà la possibilità di puntare al ricco montepremi che ancor più del 2017, è un richiamo importante per gli appassionati di questa disciplina. (14 ago./ph Cardani)

 


Rally Race Terre del Timorasso Derthona: iniziato il count-down

Mancano ormai pochi giorni all’atteso ritorno di una manifestazione rallistica in Provincia di Alessandria; tutto è pronto per il Rally Race Terre del Timorasso Derthona, che il 7 luglio si terrà nei dintorni di San Sebastiano Curone. Un appuntamento fortemente voluto dagli organizzatori del VM Motor Team, che hanno trovato la grande e fattiva collaborazione della locale Pro-Rally, per l’occasione al fianco della compagine guidata da Moreno Voltan.


Nel centro della Val Curone sale l’attesa e tutta la popolazione attende di poter vedere nuovamente sfilare le auto da rally, che animeranno la giornata di sabato 7 luglio dalle prime ore del mattino, dato che il programma sarà tutto condensato in un’unica giornata. La mattina sarà dedicata alle verifiche ed allo shakedown, il test con le vetture da gara, che si terrà dalle 10 alle 13 sul tratto di strada che sale verso Dernice, ben nota ai rallisti. San Sebastiano, che ospiterà partenza ed arrivo, non sarà l’unico centro della Val Curone ad essere interessato dal Rally Race; Volpedo, celebre per aver dato i natali al grande pittore Giuseppe Pellizza, è stata infatti scelta come sede per il riordino ed il parco assistenza.


Manca poco all’uscita dell’elenco iscritti ma, al momento, dal quartier generale VM trapelano solo pochi nomi. Tra i protagonisti ci sarà certamente Andrea Zivian (nella ph al Giarolo 2014), forse uno dei migliori interpreti delle prove speciali tra le valli Curone e Borbera, che in passato ha sempre dimostrato di non temere nessun avversario su questi particolari nastri d’asfalto. (3 lug.)

 


“Bis” di Gino – Ravera al Rally di Alba

Non ci era mai riuscito nessun a vincere due volte di fila ad Alba. Fino ad ora. Oggi Alessandro Gino e Marco Ravera mettono a segno un nuovo record da albo d’oro e si aggiudicano il 12° Rally di Alba – secondo atto della Coppa Italia Prima Zona - e il trofeo Silvio Stroppiana e vengono accolti dai tamburi e dalle bandiere del Borgo di Santa Rosalia che li accompagnano sul palco d’arrivo. La gara si era aperta sabato sera con la prova spettacolo vinta, tra la scenografia fatta di tribune gremite e fuochi d’artificio, da Jacopo Araldo e Lorena Boero (Skoda Fabia R5), nonostante una sbavatura in una curva, che hanno fatto meglio, per 0,6 secondi appena di Mauro Miele e Luca Beltrame (Ford Fiesta Wrc). Terzi sono Il Valli e Stefano Cirillo con la Hyunday i20 Wrc, staccati di 2″8. Gino, che già lo scorso anno si era dimostrato non troppo a suo agio sulla spettacolo, si piazza soltanto quinto, staccato di 4 secondi.


Il primo giro di prove speciali della domenica manda in testa la Ford Fiesta Wrc (ph) di Alessandro Gino e Marco Ravera, in gara con il numero 1. La prova di apertura, la Peletto-Albaretto Torre era andata a Patrick Gagliasso ed Enrico Ghietti (Skoda Fabia) che si erano imposti per appena 2 decimi di secondo su Gino e Minchella. Sulla prova speciale Avigel Igliano, Gino mette a segno il suo primo scratch di giornata e passa al comando della classifica, consolidando il vantaggio sulla speciale Biochemic Bossolasco davanti a Minchella e Chentre. Nel secondo giro Gino faceva segnare il miglior tempo sua sulla speciale 5 Peletto Albaretto Torre, migliorandosi di oltre 3 secondi rispetto al primo passaggio e sulla speciale 7 Biochemic Bossolasco, abbassando il tempo di un secondo e mezzo rispetto al mattino.


L’ultimo trittico di prove speciali incorona Gino si aggiudica la nona e la decima speciale consolidando il vantaggio su Elwis Chestre, che sull’ultima prova sopravanza per appena 1″6 Andrea Minchella che chiudono terzi dopo essere stati in seconda piazza per gran parte della giornata. Subito giù dal podio la lotta sui 97 chilometri di prove speciali è stata altrettanto accesa e incerta fino alla fine. Al quarto posto si è piazzato Jacopo Araldo, navigato da Lorena Boero su Skoda Fabia che si lasciano alle spalle, per poco più di 7 secondo Luca Cantamessa e Lisa Bolito su Hyundai i20. Dalle colline tutelate dall’Unesco scendono in 85, tutti esausti ma soddisfatti di aver portato a termine la gara. (17 giu.)


Lo spettacolo del Rally Italia Sardegna in tv

Un appuntamento imperdibile. Lo spettacolo del Rally Italia Sardegna sarà visibile anche in diretta TV grazie ai collegamenti predisposti da RAI Sport e RAI Sport HD (Canale 57 del Digitale Terrestre) e da Fox Sports (204 piattaforma Sky). Il round italiano del Campionato del Mondo Rally sarà trasmesso inoltre in 150 paesi con le immagini live.

 

Ad aprire lo spettacolo televisivo sarà la “Ittiri Arena Show”, il crono iniziale del rally italiano, che scatterà alle 18 di giovedì 7 giugno e sarà trasmesso live dalle 19.00 alle 20 su RAI Sport, le repliche saranno venerdì 8 alle 17 e sabato 9 alle 9.15. Sabato 9 giugno alle 15.05 e alle 16 i due passaggi sulla PS “Monte Lerno”. Nella giornata conclusiva di domenica 10 giugno alle 10 primo passaggio live della  “Sassari - Argentiera” che alle 12 sarà la Power Stage del rally, trasmessa anche in replica alle 1.30 della stessa notte. (5 giu.)

 


“Expo speciale Autostory” novità a Savona

Una nuova esperienza attende gli amanti del motorismo savonesi. Si chiama “Expo speciale Autostory” ed è una rassegna che si svolgerà nella tensostruttura di Piazza del Popolo da venerdì 25 a domenica 27 maggio. L’iniziativa è destinata ad appassionati e collezionisti di auto con valenza storica oltre che ad amatori e rivenditori di parti di ricambio di materiale inerente la mostra, che sarà aperta al pubblico dalle ore 16.00 alle ore 21.30 nelle prime due giornate e dalle ore 15,00 alle ore 21.30 la domenica.


“Considerato che quest’anno Savona non proporrà il suo tradizionale Expo – osservano gli organizzatori dell’evento – abbiamo pensato a questa nuova esperienza: la risposta è stata davvero notevole, ben oltre le nostre aspettative,  e gli spazi espositivi sono andati completamente esauriti. Questa esperienza, realizzata con il fattivo aiuto dell’amico Roberto Ratto e di altri appassionati del settore, ci ha fatto scoprire un mondo alle spalle delle auto storiche, tanto è vero che, se i riscontri saranno positivi, nel 2019 potremmo riproporla con iniziative collaterali di carattere sportivo. Per questa prima edizione avremo l’importante supporto del Fiat 500 Club Italia di Garlenda, che sarà presente con una nutrita serie di vetture dei propri soci, pezzi rari e molto originali”. (21 mag.)