Altri articoli...

Sanremo Rally Storico: "Pedro" concede il bis

Il 29° Sanremo Rally Storico è stato terra di conquista per le Lancia 037 di “Pedro” (nella foto) che bissa così il successo dello scorso anno ed Enrico Brazzoli, che raccoglie punti importanti per il Campionato Europeo Rally. Terza piazza per Lucio Da Zanche che con la sua Porsche Carrera RS non è mai riuscito ad inserirsi nella lotta per il primato. Poca fortuna per il vicentino “Lucky” che ha “toccato” un basso marciapiede forando una gomma della sua Lancia 037 nel corso della prova serale di Apricale il giovedì sera. Peccato perché poteva essere uno dei protagonisti della gara. Sono 46 gli equipaggi storici classificati, su 66 verificati.

 

Marcattilj e Calegari alzano la 28^ Coppa dei Fiori

Nella gara più internazionale della due giorni sanremese, la 28esima Coppa dei Fiori valida per il Campionato Europeo Regolarità Autostoriche, tre equipaggi di altrettante nazioni si dividono i gradini del podio. Su quello più alto salgono l'italiano Paolo Marcattilj ed il monegasco Marco Calegari su Porsche 911 che cumulano 42 punti di penalizzazione sull'arco dei 130,08 chilometri di gara. Dietro l'equipaggio vincitore, staccati di 4 punti, i lussemburghesi Christian Crucifix e Joseph Lambert su Ford Cortina Lotus. Terza piazza per i greci George Delaportas e Themis Kontaratos che con la loro Alfa Romeo GTV “collezionano” 49 punti. Hanno concluso la due giorni di gara con i cronometri ventisei dei trentatré equipaggi al via. (5 apr.)

Il 29° Rally Storico di Sanremo farà “pit stop” all’Emporio Carli di Imperia

Sarà un “pit stop” del tutto speciale quello che la 29^ edizione del Rally Storico di Sanremo, organizzata dal 3 al 5 aprile, dall’ACI Sanremo, con il patrocinio del Comune di Sanremo, effettuerà sabato nel primo pomeriggio - a partire dalle 13.45 - presso l’Emporio Fratelli Carli a Imperia.


Tecnicamente si tratta di un “riordino” previsto per tutti i partecipanti alla famosa competizione rallistica ponentina. Gli appassionati del mondo rally potranno ammirare presso il parcheggio dell’Emporio (ingresso libero) le migliori auto che negli anni ‘70 e ’80 hanno fatto la storia delle competizioni rallistiche.  Così come potranno incontrare i migliori piloti e co-piloti provenienti da tutto il mondo. Le prime 6 vetture saranno esposte in postazioni di rilievo (sul ramblè di fronte all’ingresso dell’Emporio). Tutti i partecipanti della gara avranno la possibilità – nella propria sosta di un’ora - di avere un assaggio dei sapori della terra che li ospita, attraverso il ricco buffet predisposto presso la cucina dell’Emporio. Si tratta del primo anno in cui il rally fa tappa all’Emporio Fratelli Carli e l’iniziativa nasce dalla volontà dell’azienda di valorizzare i prodotti enogastronomici mediterranei anche in contesti di richiamo internazionale come è l’atteso evento di sabato.


Solo per citare alcune vetture che saranno presenti: la mitica Lancia Stratos (già campione del mondo nel triennio ’74 - ’76) che farà da apripista con Tony Fassina (campione italiano nel 1976 - 1979 - 1981, Campione europeo nel 1982 e vincitore del Rallye Sanremo nel 1979), la Fiat 131 Abarth (campione nel ’77, ’78 e 80), la velocissima Porsche 911 (vincitrice del Montecarlo ‘78 e della Dakar ‘84), la Ford Escort RS (1979), la Talbot Sunbeam (1981), l’Audi 4 (campione del mondo nel ‘82 e nel ‘84) e la Lancia Rally 037 (Auto Campione del mondo nell’83). Anche i piloti sono di calibro internazionale con nomi di forte richiamo: si va dal campione europeo di Rally Storici in carica “Pedro”, già vincitore dell’edizione 2012 e 2013, a Gabriele "Odeon” Noberasco, ex pilota ufficiale Citroen e Alfa Romeo negli anni '80, dal vincitore del Sanremo Storico nel 2007 per passare a Carlo Falcone, gentlemen driver e Console Italiano di Antigua, da Federico Ormezzano, ex pilota ufficiale Talbot e Opel negli anni 70-80 a "Lucky ", Campione Italiano Rally fine anni ‘70 allo svedese Mats Myrsell (nella foto), già campione europeo 2012 e 2013. (3 apr.)

CIR Auto Storiche: al Rally Sanremo il secondo round

Da domani la serie Tricolore ACI CSAI affronta la seconda tappa alla ventinovesima edizione della gara sanremese. Due frazioni, nove prove speciali per 135 chilometri cronometrati e 337 di percorso complessivo. Arrivo a Sanremo alle 15.49 di sabato 4.


La vedo durissima. Sembra di tornare realmente negli anni Ottanta, con tanti pretendenti alla vittoria e con pari possibilità.” La dichiarazione di Andrea Zivian è precisa e circostanziata dai numeri: al Sanremo storico si annunciano sessantasei partenti al secondo round del CIR Auto Storiche, ma sono una decina gli equipaggi con potenzialità vincenti. Italiani e stranieri, tutti assieme per dar vita al primo confronto diretto sulle impegnative strade liguri. Audi Quattro, nelle due versioni Gruppo 4 e Gruppo B, Lancia Rally 037, le Porsche nei tre modelli a seconda della “età” e cilindrata: S, SC, e RSR, ma anche le Fiat 131 Abarth, Talbot Lotus e Talbot Samba, Ford Escort Rs, Alfa Romeo, Opel Kadett e Lancia Stratos tutto il panorama delle vetture di un tempo è ben rappresentato e pilotato.


E sul fronte piloti nulla da eccepire, c’è decisamente il meglio: Da Pedro, con la Lancia Rally 037, vincitore della prima gara della stagione al Vallate Aretine, pronto a sfidare l'alessandrino Andrea Zivian, secondo ad Arezzo con la Audi UR Quattro (nella foto)e primo della classifica generale della serie, ma anche a incrociare le traiettorie con Lucio da Zanche, in gara con la Porsche 911 Rsr ad inseguire i punteggi della serie continentale. Il valtellinese duellerà con Mats Myrsell con la Porsche 911. Mette a riposo la Ferrari 308 Gtb il vicentino "Lucky" e, presentandosi con Fabrizia Pons alle note sarà con la Lancia Rally 037. Sulle strade del Ponente Ligure è il cuneese Enrico Brazzoli che con un'altra "zero" punterà alla vittoria, ma sarà della partita anche l'ingauno Gabriele "Odeon" Noberasco, che formerà inedito equipaggio con la piacentina Isabella Bignardi nell'abitacolo di un'altra Lancia Rally. Stupisce invece il ritorno di Valter Jensen al volante di una Porsche 911, il norvegese che è stato uno dei primi a pilotare le Lancia Rally nell'Europeo. Il bresciano Nicholas Montini conterà sulle prestazioni della Porsche 911 Rs, per dare la caccia ai preziosi punti Tricolori, mentre il biellese Davide Negri potrà dir la sua con la competitiva Audi Quattro A2.


Non poteva mancare all'appuntamento ligure il piemontese Federico Ormezzano con la Chrysler Talbot Lotus del 1981 e rientra in una prova così impegnativa il torinese Simone Giombini con la Lancia Rally 037, con la berlinetta torinese sarà in gara per la seconda volta dopo l'Aretine, il veneto Paolo Baggio. Per confermare la leadership nel 1. Raggruppamento il partenopeo Luigi Zampaglione si presenta con la Porsche 911 S per duellare con il torinese Umberto Parisi, anch'egli su Porsche 911 S, mentre nel secondo raggruppamento fa ritorno il torinese Maurizio Elia su Ford Escort Rs puntando alla classe 2000. Deciso a riscattare la sfortuna del ritiro nella gara di Arezzo, esordisce al Sanremo il toscano Cristiano Matteucci con la Talbot Samba Rally.


Per la prima volta nella più che cinquantennale storia del Rallye Sanremo, la competizione per le auto moderne - quest'anno valida per il campionato Italiano Rally, per lo European Rally Trofeo ed il Trofeo Rally Nazionale - fa coppia con il Sanremo Storico di cui andrà in scena la 29esima edizione. La gara storica, valida per il FIA European Historic Rally Championship e per il Campionato CSAI Rally Autostoriche, intreccerà il suo programma con quello delle auto moderne e scatterà da Piazzale Adolfo Rava di Sanremo domani, venerdì 4 aprile a mezzogiorno, e vi farà ritorno alle 21,15 per il termine della prima tappa. Il giorno seguente, sabato 5 aprile le ostilità riprenderanno alle ore 9,40 e termineranno alle 15,49, per il traguardo finale. I 140,39 chilometri della prima tappa sono punteggiati dalle sei Prove Speciali, il cui sviluppo è pari a 75,05 chilometri cronometrati. “Solo” 196,72 chilometri sono i chilometri totali della seconda tappa, con 60,58 di prove speciali. Riordini in Piazza Arborea d'Olmo (di fronte al teatro Ariston) a Sanremo venerdì alle 15,32, oppure in serata alle 19,25 a Seborga. Sabato 5 aprile alle 13,49, sosta presso lo stabilimento oleario dei fratelli Carli ad Imperia. (3 apr.)


Balletti Motorsport e Team Bassano al "Sanremo storico"

L’intenso mese di aprile per la Balletti Motorsport prende il via anche in Liguria dove nei giorni 4 e 5 aprile si correrà la ventinovesima edizione del Rally Sanremo, terzo impegno del Campionato Europeo e secondo dell’Italiano. Il team di Nizza Monferrato schiera tre vetture: l’Audi Quattro Gruppo B (nella foto) affidata a Davide Negri e Marco sarà la prima a lasciare la pedana di Piazzale Adolfo Rava. L’equipaggio biellese si ripresenta con la coupé di Ingolstadt sulla quale si è lavorato a lungo per ovviare all’inconveniente patito ad Arezzo nella prima uscita del Campionato Italiano. Equipaggio e team sono fiduciosi e contano di rifarsi del passo falso dello scorso marzo, contando anche sul gran numero di iscritti nella stessa classe. Al via anche la nuova Porsche 911 RSR Gruppo 4 in livrea Esso Almeras che il gentleman driver Giovanni Recordati porterà al debutto in coppia col suo navigatore storico Freddy Delorme, mentre il duo monegasco Marcel e Benjamin Tomatis prende il via con la 911 Carrera Gruppo 3 in una gara oramai diventata un classico.


Impegnativo fine settimana anche quello che si prospetta per il Team Bassano impegnato su diversi fronti. Il primo dei quali a Sanremo, dove si correrà la seconda gara valida per il Campionato Italiano alla quale sono iscritti due equipaggi: con la Fiat 131 Abarth Gruppo 4 Massimiliano e Giuseppe Girardo iniziano la loro stagione sportiva, mentre con la Porsche 911 RSR Gruppo 4 Nicholas Montini e Michele Ognibeni sono chiamati a confermare la buona prestazione del mese scorso ad Arezzo. (2 apr.)


Sanremo Storico: "Pedro", "Lucky" e "Odeon" Noberasco promettono scintille!

Sono ben 66 gli equipaggi in lizza nel 29° Rally Storico, tutti  schierati a caccia di una vittoria che vale punti pesanti per il Campionato Europeo. Il primo a prendere il via con la Lancia 037 sarà il bresciano “Pedro”, navigato da Emanuele Baldaccini, vincitore della scorsa edizione del Sanremo storico (nella foto by Bianchi), che si confronterà con piloti provenienti 14 da Paesi (Svezia, Austria, Norvegia, Repubblica Ceca, Francia, Inghilterra, Svizzera, Finlandia, Germania, Spagna, Ungheria, Estonia, Principato di Monaco e pure Antigua) oltre all'Italia.


I nostri colori avranno come equipaggi di punta “Lucky”, affiancato da Fabrizia Pons, il campione europeo Enrico Brazzoli con Paola Valmassoi, il savonese Gabriele “Odeon” Noberasco cui detterà le note Isabella Bignardi e Simone Giombini - Stefano Cirillo, tutti a bordo delle Lancia 037; sulle Porsche 911 ci saranno fra gli altri Lucio Da Zanche - Giulio Oberti, che puntano al titolo europeo, il giovane Nicholas Montini con Michele Ognibeni ed il siciliano Luigi Zampaglione che guida la categoria più anziana. Il Sanremo, come successe oltre trent'anni fa, potrebbe essere la gara in cui emergeranno le Audi Quattro, soprattutto se guidate da piloti veloci ed esperti quali Andrea Zivian, affiancato da Michele Ferrara, ed il vice campione italiano Davide Negri, con Marco Zegna sul sedile di destra.


A questi equipaggi si aggiungeranno 34 vetture che si contenderanno la Coppa dei Fiori di regolarità. (2 apr.)