CIR Auto Storiche: al Rally Sanremo il secondo round

Da domani la serie Tricolore ACI CSAI affronta la seconda tappa alla ventinovesima edizione della gara sanremese. Due frazioni, nove prove speciali per 135 chilometri cronometrati e 337 di percorso complessivo. Arrivo a Sanremo alle 15.49 di sabato 4.


La vedo durissima. Sembra di tornare realmente negli anni Ottanta, con tanti pretendenti alla vittoria e con pari possibilità.” La dichiarazione di Andrea Zivian è precisa e circostanziata dai numeri: al Sanremo storico si annunciano sessantasei partenti al secondo round del CIR Auto Storiche, ma sono una decina gli equipaggi con potenzialità vincenti. Italiani e stranieri, tutti assieme per dar vita al primo confronto diretto sulle impegnative strade liguri. Audi Quattro, nelle due versioni Gruppo 4 e Gruppo B, Lancia Rally 037, le Porsche nei tre modelli a seconda della “età” e cilindrata: S, SC, e RSR, ma anche le Fiat 131 Abarth, Talbot Lotus e Talbot Samba, Ford Escort Rs, Alfa Romeo, Opel Kadett e Lancia Stratos tutto il panorama delle vetture di un tempo è ben rappresentato e pilotato.


E sul fronte piloti nulla da eccepire, c’è decisamente il meglio: Da Pedro, con la Lancia Rally 037, vincitore della prima gara della stagione al Vallate Aretine, pronto a sfidare l'alessandrino Andrea Zivian, secondo ad Arezzo con la Audi UR Quattro (nella foto)e primo della classifica generale della serie, ma anche a incrociare le traiettorie con Lucio da Zanche, in gara con la Porsche 911 Rsr ad inseguire i punteggi della serie continentale. Il valtellinese duellerà con Mats Myrsell con la Porsche 911. Mette a riposo la Ferrari 308 Gtb il vicentino "Lucky" e, presentandosi con Fabrizia Pons alle note sarà con la Lancia Rally 037. Sulle strade del Ponente Ligure è il cuneese Enrico Brazzoli che con un'altra "zero" punterà alla vittoria, ma sarà della partita anche l'ingauno Gabriele "Odeon" Noberasco, che formerà inedito equipaggio con la piacentina Isabella Bignardi nell'abitacolo di un'altra Lancia Rally. Stupisce invece il ritorno di Valter Jensen al volante di una Porsche 911, il norvegese che è stato uno dei primi a pilotare le Lancia Rally nell'Europeo. Il bresciano Nicholas Montini conterà sulle prestazioni della Porsche 911 Rs, per dare la caccia ai preziosi punti Tricolori, mentre il biellese Davide Negri potrà dir la sua con la competitiva Audi Quattro A2.


Non poteva mancare all'appuntamento ligure il piemontese Federico Ormezzano con la Chrysler Talbot Lotus del 1981 e rientra in una prova così impegnativa il torinese Simone Giombini con la Lancia Rally 037, con la berlinetta torinese sarà in gara per la seconda volta dopo l'Aretine, il veneto Paolo Baggio. Per confermare la leadership nel 1. Raggruppamento il partenopeo Luigi Zampaglione si presenta con la Porsche 911 S per duellare con il torinese Umberto Parisi, anch'egli su Porsche 911 S, mentre nel secondo raggruppamento fa ritorno il torinese Maurizio Elia su Ford Escort Rs puntando alla classe 2000. Deciso a riscattare la sfortuna del ritiro nella gara di Arezzo, esordisce al Sanremo il toscano Cristiano Matteucci con la Talbot Samba Rally.


Per la prima volta nella più che cinquantennale storia del Rallye Sanremo, la competizione per le auto moderne - quest'anno valida per il campionato Italiano Rally, per lo European Rally Trofeo ed il Trofeo Rally Nazionale - fa coppia con il Sanremo Storico di cui andrà in scena la 29esima edizione. La gara storica, valida per il FIA European Historic Rally Championship e per il Campionato CSAI Rally Autostoriche, intreccerà il suo programma con quello delle auto moderne e scatterà da Piazzale Adolfo Rava di Sanremo domani, venerdì 4 aprile a mezzogiorno, e vi farà ritorno alle 21,15 per il termine della prima tappa. Il giorno seguente, sabato 5 aprile le ostilità riprenderanno alle ore 9,40 e termineranno alle 15,49, per il traguardo finale. I 140,39 chilometri della prima tappa sono punteggiati dalle sei Prove Speciali, il cui sviluppo è pari a 75,05 chilometri cronometrati. “Solo” 196,72 chilometri sono i chilometri totali della seconda tappa, con 60,58 di prove speciali. Riordini in Piazza Arborea d'Olmo (di fronte al teatro Ariston) a Sanremo venerdì alle 15,32, oppure in serata alle 19,25 a Seborga. Sabato 5 aprile alle 13,49, sosta presso lo stabilimento oleario dei fratelli Carli ad Imperia. (3 apr.)