Il 33° Rally della Lanterna torna alle origini

Si prospetta un ritorno alle origini in tutto per il 33° Rally della Lanterna, che si prepara ad essere accolto dalla Val d’Aveto nel weekend del 2-3 settembre. Alla denominazione classica della gara genovese si aggiungerà infatti il 1° Rally della Val D’Aveto, che nasce dopo undici edizioni della omonima Ronde. Il 33° Rally della Lanterna, valido per la Coppa Italia Zona 1, è stato presentato ufficialmente a Terrazza Colombo, storica sede di Primocanale e da sempre legata alla manifestazione genovese. Nel 1990 il lussuoso salotto con vista a 360 gradi sulla città ospitò infatti la famosa lunga notte del Rally, vinto poi proprio da Maurizio Rossi, patron dell’emittente privata ligure.

 

E’ stato lo stesso Rossi, entusiasta, a fare gli onori di casa in occasione della conferenza stampa, affiancato dagli organizzatori, dai rappresentanti dell’ACI Genova e da diverse figure istituzionali, che hanno dato il via al lungo cammino che porterà al weekend di gara a Santo Stefano d’Aveto. Presenti anche alcuni piloti protagonisti delle passate edizioni, tra i quali Mauro Miele, vincitore nel 2016 (ph by Luca Riva).  “Il Rally della Lanterna è un patrimonio di tutti i genovesi e dello sport nazionale, da genovese e da pilota credo fortemente nel rilancio di questa manifestazione ed affiancheremo gli organizzatori in questa fantastica avventura” – ha dichiarato Maurizio Rossi durante la presentazione.

 

La parola è poi passata allo staff Lanternarally, che ha illustrato le novità dell’edizione numero 33. Per il Lanterna si tratta di un ritorno alle origini, sulle strade che hanno fatto la storia della manifestazione, a cavallo tra Val Trebbia e Val d’Aveto. I concorrenti si misureranno infatti sulle mitiche prove speciali “Due Valli”, “Montebruno” e “Monte Penna”, vere e proprie università della guida su asfalto, utilizzate in passato anche da competizioni internazionali come il Rally di Sanremo.

 

“La scelta della nuova location non è stata casuale, è stata dettata dal cuore, ma soprattutto dalle certezze che questo territorio ci garantisce. E’ giusto portare le grandi manifestazioni in territori che le meritano e che ne comprendono l’importanza in termini di promozione turistica. In Val D’Aveto possiamo inoltre contare su un fantastico gruppo di lavoro locale, che da sempre ci affianca con grande passione, dedizione e professionalità”. Le parole degli organizzatori sono chiare e rafforzano il sodalizio tra Lanternarally e Gruppo Sportivo Allegrezze, ai quali si affiancherà anche Primocanale. (4 giu.)