Nicola Salin ed un “Sanremo Storico” tutto da incorniciare

Tra i piloti maggiormente soddisfatti dell’esito finale del 33° Sanremo Rally Storico c’è sicuramente Nicola Salin, il trentunenne pilota biellese – ma con robuste radici liguri, avendo tuttora frequentazioni con Laigueglia ed Andora – che, in coppia con Paolo Protta ed alla guida di una Lancia Fulvia Coupé 1300, oltre a giungere 23° assoluto, ha vinto la classe H1/4 del 2° Raggruppamento. “Forse perché il Sanremo è la mia preferita – osserva Salin – ma credo di aver fatto una gara perfetta. Nella prima parte abbiamo tenuto un passo davvero alto mentre nella seconda siamo stati più prudenti, perché ci tenevamo un sacco ad arrivare in fondo e bene. Alla fine la gioia è stata tanta e ci siamo davvero divertiti”.


Nelle radici liguri di Nicola Salin c’è anche la sua vettura, che è preparata a Savona da Roberto Ratto, considerato uno dei migliori “maghi” delle vetture Lancia. “Me l’ha rifatta tra il 2014 ed il 2015 – osserva – ed in seguito a continuato ad assistermela con passione e competenza: a Sanremo è stata perfetta ma andava molto bene anche nel precedente impegno del Vallate Aretine, dove ero io a non essere in forma. Quest’anno nel Ciras (Campionato italiano auto storiche) hanno finalmente reinserito la classe 1300: è il secondo anno che prendo parte a questa serie “tricolore”: nel 2017 ho preso parte a cinque gare e, alla fine, sono riuscito ad aggiudicarmi la classe 1600 gruppo 4 del 2° Raggruppamento”.


Nicola Salin, che corre dal 2013, ha una profonda passione per le auto storiche. Settore in cui oltre che come pilota è impegnato anche in qualità di organizzatore di gare ed eventi. Tra le sue iniziative, il raduno riservato alle Lancia Stratos nel 2016 a Biella, un’iniziativa che ha raccolto un sacco di consensi. (26 apr.)