Altri articoli...

"Bormida": a Calcagno - Pagliero il Memorial Florean

Bonifacino - Tesi primi del Rally club Millesimo, che si fa onore nella "gara di casa".


Ultimi echi del 34° rally Valli del Bormida. Che oltre ad aver tributato onori ai vincitori assoluti Jacopo Araldo e Lorena Boero ed alla Peugeot 207 S2000 iscritta dalla scuderia Meteco Corse, ha tributato un sentito riconoscimento anche a Simone Calcagno e Federica Pagliero (Peugeot 106 N2) che, in virtù della loro giovane età e di un piazzamento (31° assoluto) incoraggiante, si sono aggiudicati il 2° Memorial "Gianni Florean", messo in palio dalla famiglia per ricordare un'esemplare figura di sportivo, sempre vicino ai rally ed in particolare al figlio Fulvio, uno tra i co-piloti liguri più quotati a livello nazionale.


L'equipaggio numero 40, però, non è stato l'unico, al rally Valli del Bormida, ad aggiudicarsi un premio speciale. La Meteco Corse si è portata a casa la "Targa Attilio Ferrari" quale vincitrice tra le scuderie mentre l'equipaggio formato da Fabrizio Bonifacino e Umberto Tesi (Mitsubishi Lancer Evo IX, nella foto by McRispy) ha abbinato al successo in Produzione anche la conquista della Targa "Giancarlo Mellogno", che viene assegnata da 18 edizioni al primo equipaggio classificato del Rally club Millesimo, sodalizio organizzatore della gara.


Bonifacino - Tesi, però, non sono stati gli unici a tenere alto l'onore del Rally club Millesimo, che ha partecipato alla gara di casa con 12 equipaggi, 5 dei quali sono giunti al traguardo. Buone prestazioni per Amerio - Piovano (Renault Clio), decimi assoluti e primi nel Produzione a 2 ruote motrici, Berchio - Perrone, undicesimi assoluti con l'ammirata Ford Fiesta R5, Zenoni - Patrone (Fiat Panda), primi di classe A5 davanti all'analoga vettura dei compagni di squadra Sorrentino - Gallese, e per il debuttante Massimo Ferrari che, con il veterano Francesco Sanfrancesco alle note, ha chiuso in 24^ posizione.


Sorte avversa, invece, per il vice Presidente Roberto Delbono, in gara con Mauro Assandri e con la Peugeot 207 S2000, anche quest'anno subito al palo, e per gli "storici" Rubino - Bogliaccino (Fiat 127 Sport), che hanno rinunciato alla gara pochi minuti prima della partenza per un improvviso problema del pilota. (4 mag.)

 


Il 34° rally Valli del Bormida alla Peugeot 207 di Araldo – Boero

Sul podio anche l'analoga vettura di Roncoroni – Araspi e la Clio S1600 dei savonesi Aragno Mondino


La Peugeot 207 Super 2000 di Jacopo Araldo e Lorena Boero si è aggiudicata il 34° rally Valli del Bormida, valido per il Trn – 2^ Zona ed organizzato dal Rally club Millesimo. Sul traguardo finale i portacolori della scuderia Meteco Corse hanno preceduto l’analoga vettura di Marco Roncoroni e Daniele Araspi (Vs Corse) e la Renault Clio Super 1600 dei savonesi Francesco Aragno e Marino Mondino (Racing for Genova), primi tra le vetture a 2 ruote motrici. In gruppo N successo della Mitsubishi Lancer Evo IX dei locali Bonifacino – Tesi (Rally club Millesimo) dopo che Roggero – Riva (Mitsu Evo X), in testa sin dalle prime battute, sono transitati per noie meccaniche in ritardo al CO8 finendo fuori tempo massimo. Tra le storiche, successo della Ford Escort RS 2000 di Gianpaolo Icardi e Stefano Casazza (Eurospeed). Hanno concluso la gara 36 delle 55 vetture partite.


Il “Bormida 2015” ha regalato emozioni sin dalla super prova speciale “Città di Cairo” disputata venerdì sera a Ferrania, alla presenza di un folto pubblico, e vinta dalla Peugeot 207 S2000 dei favoriti Chentre – Florean. I quali, però, ieri, andavano in sofferenza subito per la rottura di un semiasse e finivano per ritirarsi poco dopo per un nuovo analogo inconveniente. Jacopo Araldo, invece, passava subito al comando e, aggiudicandosi 4 delle 6 speciali (l’ultima è stata annullata per scarsa visibilità), lo conservava sino alla fine, contenendo bene gli attacchi degli avversari ed in particolare della Renault Clio R3T dei locali Manuel De Micheli e Fabrizio Gianotto, vincitori di due prove e, alla fine, quarta forza della gara.


Qualche apprensione, infine, per un incidente occorso alla Peugeot 208 di Giuseppe Petrolo e Carmelo Lipari, uscita di strada nel corso della quarta ps “Santa Giulia”, che ha avuto per sfortunato protagonista il secondo conduttore. Soccorso prontamente e trasportato in elicottero all’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per sospetta frattura al bacino, il co-pilota è stato dimesso in serata, dopo che le indagini radiologiche effettuate avevano evidenziato una microfrattura ad una vertebra.


Classifica finale: 1. Araldo - Boero (Peugeot 207 S2000) in 53'39.0; 2. Roncoroni - Araspi (Peugeot 207 S2000) a 32”5; 3. Aragno - Mondino (Renault Clio S1600) a 38.8; 4. De Micheli - Gianotto (Renault Clio Rs R3T) a 40”3; 5. Botta - Capolongo (Citroen Ds3 R5) a 1'15”5; 6. Garra - Torterolo (Renault Clio Rs R3C) a 2'43”7; 7. Levratto - Bergero (Renault Clio S1600) a 3'22”0; 8. Bonifacino - Tesi (Mitsubishi Lancer Evo IX N4) a 3'23”3; 9. Pulvirenti - Gangi (Renault Clio R3C) a 3'23”6; 10. Amerio – Piovano (Renault Clio Light R3C) a 3’41”7. (3 mag.)

 

Scattato il 34° rally Valli del Bormida

Chentre – Florean (Peugeot 207 S2000) primi leader.


Tutte verificate le 55 (52 moderne e 3 storiche) le vetture iscritte al 34° rally Valli del Bormida, in programma a Millesimo oggi e domani ed organizzato dal locale Rally club. A metà pomeriggio i concorrenti hanno lasciato la centralissima piazza Italia per raggiungere Cairo Montenotte, dove si è svolta la cerimonia ufficiale di partenza della gara. Presentati al folto pubblico da Corrado Mareliati, la "voce” rallystica di Radio ValleBelbo, gli equipaggi si sono quindi diretti a Ferrania per affrontare l’attesa super prova speciale “Città di Cairo”. Alla partenza si è registrata la prima defezione della gara: non ha preso il via, infatti, una delle tre vetture storiche in lizza, la Fiat 127 Sport dei portacolori del Rally club Millesimo Rubino – Bogliaccino per un problema personale del pilota.


Pubblico da grandi occasioni nel piazzale in Via Martiri della Libertà a Ferrania, dove si è svolta la super prova speciale “Città di Cairo”, la novità più accattivante del 34° rally Valli del Bormida: tre giri del tracciato, per 2,75 km, raccontati metro dopo metro dall’incessante voce dello speaker Agostino Orsino. La super ps è stata vinta dalla Peugeot 207 S2000 (nella foto, di McRispy) di Elvis Chentre e Fulvio Florean, portacolori della New Driver’s Team.


L’equipaggio vincitore dell’edizione 2013 della gara ha preceduto di 4”8 la Citroën DS3 R5 (Provincia Granda) di Roberto Botta e Piercarlo Capolongo e di 5”7 la Renault Clio S1600 (Racing for Genova) di Francesco Aragno e Marino Mondino. Dal quarto al settimo posto, nell’ordine, si sono piazzate le 207 S2000 di Roncoroni – Araspi (VS Corse) e Araldo – Boero (Meteco Corse), staccate rispettivamente di 7”4 e 7”6, la Clio R3T dei locali De Micheli – Gianotto (Isc Distribution Fr Team), a 9”8, e la 207 S2000 dei portacolori del Rally club Millesimo Roberto Delbono – Mauro Assandri, che hanno chiuso a 10”4. Decima piazza, a 11” 6, e primato in gruppo N per la Mitsubishi Evo X di Roggero – Riva.


Domani, alle 8.01, il via alla seconda giornata di gara, con altre 7 prove speciali - i tratti denominati Baltera, Berri e Santa Giulia da percorrersi più volte - per quasi 90 km di ps.  L'arrivo del primo concorrente è previsto alle ore 18.01. (1 mag.)


55 equipaggi iscritti al 34° rally Valli del Bormida

Al via anche i vincitori dell'edizione 2013 Chentre - Florean.


Sono 55 (52 moderne e 3 storiche) le vetture iscritte al 34° rally Valli del Bormida, in programma a Millesimo venerdì e sabato prossimi, con la regìa organizzativa del locale Rally club. "Ringraziamo gli equipaggi che ci hanno rinnovato la loro fiducia iscrivendosi alla gara - sottolinea Renzo Ghi, presidente del gruppo organizzatore - chi ci ha supportato ed i 14 Comuni interessati dall'evento. Abbiamo lavorato sodo per proporre un rally nuovo e più tecnico: speriamo che soddisfi i partecipanti".


Nell'elenco delle vetture iscritte spiccano quattro Peugeot 207 Super 2000 (quella di Chentre - Florean, vincitori nel 2013, oltre a quelle di Jacopo Araldo, Marco Roncoroni e del locale Roberto Delbono), due vetture R5 (la Fiesta di Carlo Berchio (nella foto di RPPhoto nel 2014) e la Citroën DS3 di Roberto Botta), tre Mitsubishi Evo IX di classe N4, per Fabrizio Bonifacino, Luca Roggero e Marco Cortese, ed altrettante Super 1600, le Clio di Francesco Aragno e Marco Levratto e la Citroën C2 di Andrea Tomaino.


Nomi e vetture interessanti anche nelle cosiddette classi minori. Dove troviamo le Clio R3C di Davide Riva, Andrea Pulvirenti e del locale Luca Garra e la Clio R3T di Manuel De Micheli, un locale che da sempre il meglio nella gara di casa. Di rilievo, nella classe N3, la presenza della Clio di Roberto Amerio e quella del savonese Rocco Romano, in passato sempre protagonista su queste strade.


Il 34º rally Valli del Bormida si avvierà venerdì 1 maggio alle ore 16.01 da Millesimo. Alle 16.21 avrà inizio a Cairo Montenotte la cerimonia ufficiale di partenza mentre, alle 16.53, a Ferrania scatterà la sfida ufficiale con la disputa della super prova speciale, prima novità della gara. Al termine della quale le vetture partecipanti faranno ritorno a Millesimo per il primo parco assistenza ed il riordino notturno. Alle 8.01 di sabato 2 maggio scatterà la seconda giornata di gara dalla centralissima Piazza Italia: ad attendere i concorrenti altre 7 prove speciali - i tratti denominati Baltera, Berri e Santa Giulia da percorrersi più volte - per quasi 90 km di ps.  L'arrivo del primo concorrente è previsto alle ore 18.01. (30 apr.)

 


Il rally Valli del Bormida si prepara al rush finale

Iscrizioni aperte sino al 27 aprile - Roberto Delbono "guida" i piloti del Rally club Millesimo.


Ultimi giorni per iscriversi al 34° rally Valli del Bormida. C'è tempo, infatti, sino al 27 aprile per inviare l'adesione alla gara organizzata dal Rally club Millesimo, in programma l'1 e 2 maggio prossimi e valida per il Trn - 2^ Zona. "Ormai manca davvero poco - rileva Renzo Ghi, presidente del sodalizio organizzatore - la gara è pronta e noi siamo pronti a soddisfare tutto l'interesse e la curiosità che si sono creati attorno al nostro rally, quest'anno rinnovato nella formula, con la proposta della super prova speciale, e nel percorso, con circa 90 km di prove".


Tra i primi piloti ad iscriversi, Roberto Delbono, vice presidente del Rally club Millesimo oltre che "capitano" della squadra corse del team. Desideroso di riscattare la delusione dello scorso anno (nella foto, by PhotoBriano), quando fu costretto al ritiro nella prima ps dopo circa 200 metri, quest'anno ha addirittura optato di essere in lizza con una Peugeot 207 S2000. "Che guiderò per le prima volta - puntualizza - e che conoscerò solo poche ore prima del via: quindi, non si pensi proprio che io possa essere favorito... C'era l'opportunità di provarla e con Mauro Assandri, il mio amico e copilota storico, al mio fianco già 30 anni fa nella prima partecipazione al "Bormida", abbiamo deciso con soddisfazione di farlo".


Il "capitano" però non ha ancora consegnato ai soci organizzatori l'elenco definitivo dei suoi piloti che scenderanno in campo l'1 e 2 maggio. "Al momento - conclude - siamo in sette ma il numero potrebbe aumentare di qualche unità già da domani: oltre al sottoscritto, ci sono Berchio (Fiesta R5), Sorrentino e Zenoni con le Panda, Castellano (Seicento) e i due "storici", Rubino (127) e Amerio (Golf)".


Tutte le informazioni sulla gara sono riportate sul sito internet all’indirizzo www.rallymillesimo.it. Il programma della manifestazione prevede l'avvio l'1 maggio alle ore 16.01 da Millesimo; a seguire, alle 16.21 a Cairo Montenotte la cerimonia ufficiale di partenza e, alle 16.53, a Ferrania, il via alla sfida ufficiale con la disputa della super prova speciale. Dopo le vetture concorrenti torneranno a Millesimo per il parco assistenza ed il riordino notturno. Alle 8.01 del 2 maggio scatterà la seconda giornata di gara, con altre 7 speciali, i tratti denominati Baltera, Berri e Santa Giulia da percorrersi più volte. In totale, quasi 90 km di ps e 394 km complessivi. (23 apr.)