Rally Valli Imperiesi: Zerosette Racing esulta per Alessio Pisi

La settimana aurea di Alessio Pisi è proseguita al Valli Imperiesi dove ha effettuato, vincendo, una gara test. Successo che regala il primo alloro assoluto anche alla giovane scuderia cuneese Zerosette Racing. Alessio Pisi, il suo navigatore Fabio Cadore ed i meccanici dell'Erreffe che curano la sua Peugeot 207 S2000 si erano salutati al Salento un po' frettolosamente. Dopo due giorni di gara in cui la tensione per il grande risultato, tre prove speciali vinte, dieci prove in testa ad una gara del Campionato Italiano Rally, aveva distrutto i nervi sia di chi stava in macchina, sia di chi aveva seguito la gara al computer dei tempi in parco assistenza, prima di tuffarsi sotto la vettura per effettuare quelle piccole regolazioni che fanno grande il risultato. E così, appena una settimana dopo il “venerdì d'oro del Salento”, quello in cui il pilota di Camporosso ha siglato il miglior tempo nei tre passaggi a Specchia, si sono ritrovati tutti insieme presso il ristorante Carpe Diem di Vallecrosia per festeggiare un sogno divenuto realtà. “Per una sera abbiamo potuto festeggiare tutti insieme dimenticando le necessità della gara e pensando solo ad una bella serata in allegria” commenta felice Alessio Pisi, che però, il mattino successivo era già tornato il pilota professionista di sempre. “Il Valli Imperiesi ha avuto innanzi tutto un significato tecnico. Sono arrivati dalla Francia alcuni particolari importanti dell'assetto della vettura e dovevamo fare dei test. Abbiamo optato invece di correre la gara di casa, sia per fare festa, sia per poter effettuare tutti gli esperimenti in una lunga giornata scandita dal cronometro”.

E la gara è stata gara vera, con un confronto aperto e velocissimo con Danilo Ameglio. “Sulla prima prova avevamo l'avantreno assolutamente nuovo di cui non conoscevamo le reazioni e siamo andati molto cauti, al punti di siglare la seconda prestazione cronometrica con 4”4 di ritardo da Ameglio. Poi abbiamo cominciato a lavorare sulle sospensioni e dalla seconda prova in poi le abbiamo vinte tutte. Bello, bellissimo in ottica sportiva, ma era anche importante migliorare i nostri tempi per capire se le nostre scelte tecniche erano appropriate. Ed in effetti fra il primo e il secondo passaggio a Ville abbiamo tolto 12”. Un'eternità”. La gara ha poi avuto un ritmo costante, molto veloce con i due portacolori della Zerosette Racing che hanno vinto le successive otto prove speciali in sequenza. “Nonostante ciò non sei mai troppo tranquillo. Questo è un rally corto, in cui uno sbaglio o una foratura diventano irrecuperabili. Alla fine ho vinto con 40” di vantaggio. Un buon margine, non certo di sicurezza” commenta ancora Pisi.

Pisi nel frattempo si concentrerà sui prossimi impegni. “Non parteciperemo al Gubbio - San Crispino su terra di luglio, per concentrarci sulle prossime due gare su asfalto, ovvero Alpi Orientali e San Martino di Castrozza. Dobbiamo capitalizzare il lavoro fatto e cercare di migliorare ulteriormente la nostra classifica in campionato. Siamo sereni perché abbiamo dei partner eccezionali. La Peugeot 207 S2000 è una vettura molto performante che ha subito una crescita impressionante dalla prima volta cui sono salito sopra. A questo punto non ci resta che tenere giù per fare bene in campionato”.

Scuderia Lanterna - Buon fine settimana per la Lanterna Corse, che è tornata dal Rally Valli Imperiesi con il  secondo posto tra le scuderie, dopo la vittoria conquistata al Lanterna. Due le vetture del team genovese presenti nei primi dieci posti della classifica assoluta; settimi si sono piazzati Marco Depau e Corrado Bonato su Renault Clio Super 1.6, mentre per Andrea Mezzogori e Roberta Baldini è finalmente arrivata una grande soddisfazioni, dopo le prestazioni incoraggianti del Rally della Lanterna. La coppia genovese con la nuova Reanult Megane N4 ha conquistato la vittoria in gruppo N davanti alle vetture giapponesi a trazione integrale, oltre che il decimo posto assoluto. Un risultato confortante che testimonia il grande lavoro di sviluppo svolto dal pilota genovese insieme alla Gima Autosport. Silvio Emanuele Ferrando in coppia con Federica Figari ha terminato la gara in quinta posizione di classe N4 con la sua Mitsubishi Lancer; per il giovane genovese diversamente abile la soddisfazione di aver portato a termine una gara difficile su una vettura molto impegnativa. In classe FA7 Flavio Guidi e Maurizio Canale su Opel Kadett Gsi hanno chiuso in quinta posizione, mentre è durata troppo poco la gara di Marco Gallo e Giulia Cresta, fermi senza aver disputato la prima prova speciale.

Meteco Corse - Grandi prove dei piloti Meteco al Valli Imperiesi. Il locale Alberto Orengo effettua la solita gara maiuscola e si classifica quinto assoluto e primo di Classe FA7. Successo di Classe FN2 anche per il savonese Claudio Vallino, mentre il saluzzese Marco Quaglia acquisisce esperienza nel trofeo Twingo. “I nostri piloti? Una garanzia”. Ne è più che sicuro Luciano Chiaramello, gran patron della Meteco Corse che scorre con soddisfazione le classifiche della 40esima edizione del Rally Valli Imperiesi. La certezza arriva da piloti solidi, nel fisico e nelle prestazioni come il locale Alberto Orengo, affiancato da sempre da Laurent Spagnoli, che con la sua verde (ma solo nella carrozzeria e non nell'età) Renault Clio Williams FA7 della FTCAR si prende la briga di chiudere quinto assoluto, nonché primo di Classe FA7 e di Gruppo FA lasciandosi dietro fior fiore di vetture dalla cavalleria quasi doppia e dalla metà degli anni, o anche meno. Un dominio in classe pressoché assoluto, visto che delle nove prove speciali vince sette volte la Classe FA7 ed è costantemente nella top ten. Il savonese, ma pinerolese di adozione, Claudio Vallino trova di nuovo la voglia di correre ed affiancato dalla onnipresente Tiziana Desole ritrova quella fortuna che da un po' di tempo gli era poco amica, e vince la Classe FN2 con la Peugeot 106 Rallye vincendo tutte le prove speciali, conquistando anche il 29 posto assoluto; non male in una gara che vedeva 121 equipaggi iscritti. E dopo i piloti di lungo corso ecco presentarsi una giovane speranza come il saluzzese di Scarnafigi Marco Quaglia, affiancato da Stefano Zoia, che si butta con grande coraggio e molta caparbietà nella lotta di un trofeo per grandi esperti come il Trofeo Twingo Gordini. Con la “voiture bleu” curata dalla Gima, Quaglia-Zoia difendono bene il loro onore ed alla fine conquistano una quarta piazza che fa loro onore e ben sperare per il futuro.

Provincia Granda Rally Club – Al 40° rally Valli Imperiesi, valido per il Challenge Rallies zone 2-3, gara da incorniciare per Gilberto Calleri e Flavio Bevione che hanno condotto la Renault Clio R3 del team Gima al terzo posto assoluto, oltre a vincere la classe R3C con pieno merito, realizzando il miglior tempo in sei delle nove prove speciale in programma. La lotta di classe è stata circoscritta, fin dalle prime battute, ad un duello fra Pinzano e lo stesso Calleri che, nel corso delle prove 7-8 piazzava la zampata decisiva, presentandosi al via della nona e conclusiva prova con 9”2 di vantaggio sul pilota biellese, per poi incrementarlo ancora fino a vincere la classe con 16”6. Grazie a questo risultato, il pilota di Grinzane Cavour (CN) si porta al comando del Trofeo Clio R3-zona A con 329 punti, davanti al ligure Andolfi con 285, quinto di classe a fine gara. Terzo posto di Classe FN2 e 43° assoluto per Renzo Cavallero e Federico Fulcheri, su Peugeot 106, secondi di classe fino alla sesta prova, poi rallentati da qualche problema di gomme. Tutti ritirati gli altri quattro equipaggi che hanno preso parte alla gara. Ritiro al termine della terza prova per i genovesi Alessandro Multari e Roberta Brizzolara, fermati dalla rottura di un cuscinetto della loro Citroen Saxo. Un problema all’acceleratore della Peugeot 206 RC è la causa dello stop per Claudio Fresia e Mario Dalmasso, mentre è una biella, proprio nel corso della prova speciale conclusiva, a tradire Simone Rebella e Monica Cicognini che fino a quel momento occupavano il secondo posto di Classe FA6 e 24° assoluto, con la loro Peugeot 106. RItiro-lampo, infine, per Davide Morabito e Pier Luigi Alternin fermi sul trasferimento verso la prima prova per problemi al serbatoio della loro Renault Clio RS.

Balbosca – Una Peugeot 207 Super 2000 Balbosca era impegnata nel Rally Valli Imperiesi con Mauro Moreno  e Andrea Demonte che alla fine hanno chiuso con il secondo posto di classe. Una posizione che ha comunque lasciato l’amaro in bocca a Moreno che, terzo assoluto, ha dovuto dire addio al podio prima per uno “stallonamento” di due pneumatici, poi per lo spegnimento del motore allo start. Tempo perso in entrambi i casi che l’hanno tolto dalla corsa per il primato assoluto.

Valle d’Aosta Rally Team - Week End sfortunato per il Valle d’Aosta Rally Team al Rally delle Valli Imperiesi: Giulia Conti, a fianco del bravo Fulvio Calvetti ed a bordo di una Renault Clio R3, non arriva neanche allo start della prima prova speciale per un guasto meccanico; Annamaria Ammendola, come di consueto con Pier Paolo Grassano sulla veloce Honda Civic di classe A7, dopo un’ottima gara in rimonta, si ritira sull’ultima prova speciale per una banale uscita di strada.

New Turbomark - In Liguria, al Rally Valli Imperiesi, bella prestazione del pilota biellese Corrado Pinzano navigato dal bravo Marco Zegna su Renault Clio R3C. Il duo ha dato vita ad una gara emozionante per l’assegnazione del terzo gradino del podio assoluto, oltre che il primato nel Trofeo Renault e di classe R3C, con il bravo Gil Calleri. Alla fine il giovane driver ha dovuto tirare i remi in barca ed accontentarsi di un notevole 4° posto assoluto, causa noie alla frizione nelle ultime due prove speciali. (29 giu.)