La Ronde Val Merula è di nuovo di Gino - Ravera

Grazie ad una condotta di gara veloce ed accorta, Alessandro Gino e Marco Ravera, con la Ford Fiesta WRC (ph), si sono aggiudicati la 4^ Ronde Val Merula, prova d'apertura della stagione rallystica in Liguria. La coppia piemontese, vincitrice della prima edizione della manifestazione e grande protagonista delle due successive, ha dominato la gara sin dalle battute iniziali, aggiudicandosi le prime due prove speciali e controllando in seguito il ritorno dei loro maggiori antagonisti, Elwis Chentre e Fulvio Florean, alla fine giunti alle loro spalle con la Hyundai i20 R5 della Promo Racing Team. L'affiatata coppia aostana - savonese, vincitrice dell'International Rally Cup Pirelli 2016, si è imposta nelle due speciali successive ma è stata penalizzata da una scelta errata nella ps d'apertura che, oltre ad averla costretta a rincorrere il duo di testa, le ha tolto l'opportunità di poter puntare al successo assoluto. Ottima terza piazza finale per la Ford Fiesta R5 di Maurizio Rossi - Riccardo Imerito (Racing for Genova Team): la coppia ligure piemontese, vincitrice del 3. Raggruppamento del Campionato italiano rally storici 2016, ha dato l'impressione di non soffrire particolarmente l'adattamento ad una vettura top moderna con cui è sempre stata nel vivo della gara. In quarta posizione, alla fine, sono invece scivolati alla fine i sempre più sorprendenti Danilo Ameglio e Massimo Marinotto con la piccola Peugeot 106 1600 gruppo A (Racing for Genova Team), dopo essere stati immediatamente dietro ai vincitori dopo la seconda e la terza speciale.


Hanno concluso la gara 51 dei 68 concorrenti ammessi alla partenza. Le condizioni meteo - pioggia, nebbia e vento - che hanno caratterizzato i 4 passaggi sulla prova speciale sono costate il ritiro alle altre due vetture WRC in lizza, la Ford Focus di Cobbe - Turco e la Fiesta di Araldo - Boero,  oltre che alla Peugeot 208 T16 dei locali Renzo e Alice Grossi. Poca sorte anche per i pluricampioni italiani Paolo Andreucci e Anna Andreussi, in lizza con una 208 R2B per testare il percorso in vista del prossimo "Sanremo", fermi dopo 2 speciali per la rottura di un semiasse, per i locali Vigo - Canobbio (Renault Clio S1600), che hanno rotto il cambio quando erano settimi assoluti, e per gli imperiesi Orengo - Spagnoli, in gara con una Mitsubishi Lancer Evo IX di gruppo N, fermati dalla rottura del turbo. (5 feb./ph Nicolas Rettagliati)