Pronto a scattare il 63° Rallye Sanremo

La gara della Città dei Fiori si è presentata oggi alla stampa ed al pubblico con una conferenza stampa nelle sale del Casinò di Sanremo: davanti all’ingresso sette magnifiche vetture che rappresentano il passato ed il presente della gara matuziana.


Con le verifiche tecniche e sportive, lo shake down e la conferenza stampa al Casinò, ha preso il via la 63esima edizione del Rallye Sanremo, valevole per il Campionato Italiano Rally, di cui è la seconda prova. Piloti e vetture, infatti, hanno potuto testare le loro condizioni sui circa tre chilometri dello shakedown in località San Romolo, tra le colline dell'entroterra della città rivierasca. Giusto il tempo per le ultime regolazioni e alle 12,32 di domani, venerdì 8 aprile, la bandiera tricolore si alzerà davanti alla Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci e Anna Andreussi, i primi a scendere dalla pedana allestita in Piazza Adolfo Rava per il via della 63esima edizione del Rallye Sanremo. Dopo di loro, a distanza di un minuto l'uno dall'altro, l'ordine di partenza di Gara 1 prosegue con i nomi di sessantasette equipaggi. Primi tra tutti quelli dei loro principali concorrenti alla vittoria, Giandomenico Basso e Lorenzo Granai su Ford Fiesta LDi alimentata a GPL, seguiti da Umberto Scandola e Guido D’Amore, su Škoda Fabia R5.


Alla gara sono iscritti 68 equipaggi con in testa gli sfidanti per il titolo tricolore assoluto Paolo Andreucci - Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, primi a partire seguiti dai loro principali antagonisti, Giandomenico Basso-Lorenzo Granai, Ford Fiesta LDi alimentata a GPL, quindi Umberto Scandola, affiancato dall’imperiese Guido D’Amore, Škoda Fabia R5. Dietro una nutrita pattuglia di piloti privati fra i quali spiccano i giovanissimi Simone Tempestini, Ford Fiesta R5, 21 anni con licenza rumena, reduce dalla vittoria al Rally di Brasov (Romania) di domenica scorsa, ed il cuneese Michele Tassone. A dare un tocco di internazionalità a questa edizione del rally ci saranno, oltre all’italo-svizzero Stefano Baccega (Ford Fiesta R5) con il numero 15 e la Ford Fiesta R5 l’ucraino di Kiev Oleksiy Tamrazov, affiancato dal genovese Nicola Arena, e l’equipaggio croato formato da Viliam Prodan - Zoran Rastegorac (Peugeot 208 R2B).


Particolarmente combattuta la Classe R2B, dove si gioca il primato nel Campionato Italiano Junior dedicato ai giovani talenti, con ben 17 equipaggi al via, trofeo che vede al comando i cuneesi Giorgio Bernardi - Enrico Ghietti. A Sanremo è sfida anche per il Trofeo Clio R3 che vede appaiati, dopo la gara d’esordio del Ciocco, Luca Panzani ed Ivan Ferrarotti, ed i 14 protagonisti del Suzuki Rally Trophy - guidati dal vincitore del Ciocco Stefano Martinelli, che corre con la genovese Natasha Botzari - serie che ritrova il savonese Claudio vallino, grande protagonista della scorsa edizione.

 

Alla gara della Riviera di Ponente sono iscritti tre equipaggi femminili: Corinne Federighi - Jasmine Manfredi, Renault Clio R3 vorranno riscattare la delusione del Ciocco, mentre vorranno confermare quanto di buono fatto in Garfagnana Beatrice Calvi - Cristina Caldart, Peugeot 208 R2B, ed infine è all’esordio fra le “moderne” dopo aver spopolato nel Trofeo A112 Abarth storico la vicentina Lisa Meggiarin, affiancata da Silvia Gallotti e supportata logisticamente dalla locale Butterfly Motorsport, che lotterà nel Suzuki Rally Trophy. Da segnalare anche l’esordio in gara della nuovissima Renault Twingo R1, portata sulle prove speciali dai velocissimi toscani Federico Gasperetti - Federico Ferrari.


I liguri in lizza

Oltre ai già citati, in questa 63esima edizione del Rally Sanremo sono numerosi gli equipaggi liguri, fra i quali spiccano Franco Borgogno - Federico Riterini, Peugeot 207 S2000, che dopo aver vinto il Leggenda per due anni passano alla gara maggiore, gli imperiesi Marco Cortese - Antonello Moncada, Mitsubishi Lancer EVO IX, e le Clio R3 dei savonesi Francesco Aragno - Marco Rosso (Racing for Genova) e Fabrizio Andolfi Jr - Stefano Saudia. Da seguire anche il savonese Fulvio Florean, alle note di Elwis Chentre sulla Abarth Grandde Punto, i genovesi Alberto Biggi e Federico Capilli e i locali Petrolo - Lipari, entrambi con la Peugeot 208 R2B, e Danilo Ameglio - Massimo Marinotto (Peugeot 106 1600 - Racing for Genova). Nel Suzuki Rally Trophy sarà impegnato anche il savonese Andrea Ferrari, che leggerà le note all'aostano Corrado Peloso. (7 apr.)